martedì 17 gennaio | 20:37
pubblicato il 27/nov/2013 11:38

B-Day: Carfagna, oggi al Senato l'odore malevolo di mandorle amare

B-Day: Carfagna, oggi al Senato l'odore malevolo di mandorle amare

(ASCA) - Roma, 27 nov - ''Se le cose andranno cosi' come qualcuno ha deciso che vadano, oggi il Senato scrivera' una pagina storica della Repubblica italiana. La piu' nera. Dai contorni inquietanti e dall'odore malevolo di mandorle amare, come il cianuro. Una parte, minoranza nel Paese, estromettera' dal Parlamento il leader della parte avversa, maggioranza tra la gente, a seguito dell'interpretazione capziosa di una norma che, in una sua parte, viola in maniera palese uno dei principi piu' elementari del diritto occidentale: la irretroattivita' delle norme penali''. Lo scrive la portavoce del gruppo Fi-Pdl alla Camera dei deputati Mara Carfagna, nell'ultimo editoriale di ThinkNews, il quotidiano online che dirige.

''Silvio Berlusconi decadra' da senatore - sottolinea Carfagna - non perche' un tribunale lo ha giudicato colpevole di un reato ma a seguito di una decisione politica, meditata da tempo dalla sinistra italiana e dalle sue appendici populiste e costruita attraverso le sapienti mani di eccellenti azzeccagarbugli del diritto parlamentare. L'ultimo atto, il piu' melodrammatico - prosegue -, di una guerra condotta contro il leader di Forza Italia che dura ormai da quasi venti anni. Lotta politica nelle Aule del Parlamento, nelle piazze, nei media ma soprattutto lotta giudiziaria nelle Aule dei tribunali''.

''Numeri, dati e particolari raccontati oggi dalla fredda cronaca de 'Il Tempo' - evidenzia l'esponente del movimento azzurro - che non lasciano spazio a dubbi. E' stata e continua a essere una persecuzione. Una caccia allo stregone orchestrata in grande stile. Silvio Berlusconi come il terminale di una serie infinita di nervature la gran parte delle quali, se non tutte, dal colore rosso vivo. Quel fuoco ardente della lotta politica - continua - praticata attraverso gli strumenti della coercizione legale propri della magistratura. Una parte che si fa il tutto. Una parte, dai precisi connotati ideologici, che sovrasta il tutto e ne detta i ritmi, le cadenze, l'agenda. Un tutto, la politica, che non ha piu' strumenti di difesa ed e' costretta pertanto a subire o stringere patti che prima o poi verranno disattesi. E intanto il Paese - conclude Carfagna - soffre la debolezza della sue classe dirigente''.

com-brm/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa