lunedì 27 febbraio | 23:55
pubblicato il 25/giu/2014 12:00

Aula Camera ratifica convenzione Aja su protezione minori

Riconosciuta la kafala, l'affido previsto in ordinamenti islamici

Aula Camera ratifica convenzione Aja su protezione minori

Roma, 25 giu. (askanews) - L'Aula della Camera ha approvato con 422 voti a favore e 22 contro il testo di ratifica della Convenzione dell'Aja del 1996 sulla responsabilità genitoriale e la protezione dei minori. Il ddl di ratifica adegua l'ordinamento interno ai principi della Convenzione, in particolare per dare una veste giuridica alla kafala, istituto analogo all'affidamento familiare, previsto come unica misura di protezione del minore in stato di abbandono negli ordinamenti islamici. Nei Paesi che ispirano la propria legislazione ai precetti coranici non esiste rapporto di filiazione diverso dal legame biologico di discendenza che derivi da un rapporto sessuale lecito. La legge islamica, inoltre, vieta l'adozione. Per evitare che figli senza genitori restino del tutto sprovvisti di tutela, il diritto islamico prevede un istituto di derivazione dottrinale, tramite il quale è garantita la protezione ai minori orfani, abbandonati o, comunque, privi di un ambiente familiare idoneo alla loro crescita. Per effetto della kafala un adulto musulmano (o una coppia di coniugi) ottiene la custodia del minorenne, in stato di abbandono, che non sia stato possibile affidare alle cure di parenti, nell'ambito della famiglia estesa. La kafala è in sostanza un affidamento che si protrae fino alla maggiore età. "Questo istituto giuridico del diritto islamico - ha osservato Sandra Zampa, deputata Pd - garantisce ai minori privi di genitori e in stato di abbandono le necessarie forme di protezione e tutela in sostituzione di quelle familiari. La ratifica arriva con un ritardo davvero colpevole e mette fine a una discriminazione assurda tra bambini che neppure le recenti norme per la parificazione tra figli avevano potuto colmare. In questo modo si rende giustizia non solo ai diritti dei minori, il cui superiore interesse dovrebbe ispirare sempre il legislatore e il decisore politico, ma si rende più europeo il nostro paese che arriva tra gli ultimi a fare ciò che altri in Europa hanno fatto anni fa. Esprimiamo dunque la nostra soddisfazione per questo risultato da tempo atteso da tanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech