mercoledì 22 febbraio | 05:57
pubblicato il 14/nov/2015 16:27

Attacco alla Francia, Alfano: "Nessun Paese è a rischio zero"

Elevato il livello di allerta, portato al secondo livello

Attacco alla Francia, Alfano: "Nessun Paese è a rischio zero"

Roma, (askanews) - "Nessun Paese è a rischio zero. Oggi abbiamo ulteriormente rafforzato questo concetto e abbiamo considerato accresciuta la minaccia e l'abbiamo considerata significativa ancorchè non sorretta da elementi specifici e concreti di iniziative in corso. Abbiamo immediatamente elevato il livello di allerta nel nostro Paese, lo abbiamo portato al secondo, che consente l'assetto operativo dei reparti speciali delle forze dell'ordine con la possibilità di intervento immediato e con la possibilità del coinvolgimento delle forze militari speciali. Dal primo gennaio del 2015 sono state 540 le perquisizioni effettuate su soggetti che avevano a che fare con il terrorismo. Le persone controllate dall'inizio dell'anno sono 56.426, le persone arrestate sono 147". Lo ha detto il ministro degli Interni Angelino Alfano al termine della riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza, al Viminale.

Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia