domenica 22 gennaio | 07:50
pubblicato il 25/nov/2013 12:00

Appello Berlusconi a senatori Pd-M5S: rimandate voto Senato

"Non prendetevi responsabilità di cui vi vergognerete in futuro"

Appello Berlusconi a senatori Pd-M5S: rimandate voto Senato

Roma, 25 nov. (askanews) - Una lettera ai senatori del Pd e ai "giovani senatori" del MoVimento 5 Stelle, per chiedere di "rimandare il voto del Senato sulla mia decadenza". L'ha inviata Silvio Berlusconi, per chiedere di "riflettere" ancora prima del voto sulla decadenza e di "valutare" le nuove prove addotte dal Cavaliere dopo la sentenza. "Siamo avversari politici - scrive Berlusconi - ma non per questo dovrebbe venire meno il rispetto reciproco, basato sulla dignità e i diritti. Con voi senatori Pd abbiamo formato un governo di larghe intese contro la crisi economica e per varare le riforme necessarie. Questo governo formato insieme per gli interessi superiori del Paese, presupponeva di per sè un clima più sereno e collaborativo tra le forze della maggioranza. Così non è stato ma senza un'autentica pacificazione e una reciproca lgittimazione l'Italia non conoscerà mai la normale dialettica democratica". Un ragionamento che "vale anche per voi, giovani senatori Cinque stelle. Molti di voi sono animati da sincero amore per l'Italia: la vostra opposizione è chiara e determinata, la vostra indignazione è per gran parte fondata e comprensibile". Ma a loro dice: "Esercitate le vostre posizioni politiche nei principi di libertà". Dunque "vi chiedo di riflettere davvero nell'intmo della vostra coscienza, prima di prendere una decisione che riguarda prima di me la democrazia stessa. Valutate le nuove prove e le testimonianze emerse dopo la condanna". Perchè "in caso contrario vi assumereste una grave responsabilità: far decadere un leader politico darebbe un'immagine dell'Italia dove le divisioni politiche arrivano al punto di eliminare un leader politoco calpestandone i diritti". E allora "riflettete prima di prendere una decisione così grave, non fate prevalere le convenienze politiche del momento sulla vostra coscienza, non prendetevi una responsabilità di cui in futuro dovreste vergognarvi di fronte ai vostri figli, ai vostri elettori e agli italiani".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4