giovedì 23 febbraio | 03:48
pubblicato il 02/set/2014 15:28

Antonio Farne' eletto presidente Ordine giornalisti Emilia R.

Inviato Rai, ha 50 anni, e' presidente Ucsi. Sostituisce Romanini.

(ASCA) - Bologna, 2 set 2014 - Antonio Farne' e' il nuovo presidente dell'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna. E' stato eletto dal consiglio regionale che ha accolto le dimissioni di Olivio Romanini presentate per motivi personali. Farne', 50 anni, giornalista professionista e inviato della redazione Rai dell'Emilia-Romagna, e' dal 2008 presidente dell'Ucsi (Unione Cattolica Stampa Italiana) e consigliere del Gergs (Gruppo emiliano romagnolo giornalisti sportivi). "Assumo questo incarico - ha detto il neopresidente - per senso di responsabilita' nei confronti dei colleghi, in un momento particolarmente delicato che ci vede impegnati sul fronte della formazione professionale e delle tante sfide relative al futuro del lavoro giornalistico. Una responsabilita' che voglio condividere con gli altri membri del Consiglio regionale e con gli organismi della nostra categoria".

Pat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech