giovedì 19 gennaio | 16:33
pubblicato il 27/feb/2014 12:58

Antimafia: Roberti, magistrati in politica non tornino a toghe

(ASCA) - Roma, 27 feb 2014 - ''I magistrati che entrano in politica non possono tornare a fare i magistrati, perche' ognuno deve fare il suo mestiere: i politici facciano i politici e i magistrati facciano i magistrati''. Ad affermarlo e' il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, rispondendo stamane alle domande dei giornalisti a margine della presentazione della relazione annuale sulle attivita' della Dna, sull'ipotesi circolata nelle scorse settimane su un possibile affidamento del ministero della Giustizia al magistrato antimafia Nicola Gratteri.

''Ho un'enorme stima per Gratteri - ha detto Roberti -. E credo che per un magistrato cosi' bravo e capace la cosa migliore da fare e' continuare a fare il suo lavoro''.

gc/mar/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale