martedì 06 dicembre | 07:15
pubblicato il 18/lug/2013 15:05

Antimafia: ok unanime Senato, istituita commissione

(ASCA) - Roma, 18 lug - All'unanimita' l'assemblea del Senato ha approvato in via definitiva il ddl per l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.

Il ddl riproduce essenzialmente il testo della legge istitutiva della Commissione antimafia nella XVI legislatura, che amplio' l'oggetto di analisi alle associazioni criminali straniere. Le principali variazioni concernono l'utilizzo dell'espressione ''mafie'' al plurale e la disposizione relativa al caso di sopravvenienza, in capo ad un componente della Commissione, delle situazioni previste nella proposta di autoregolamentazione.

I compiti della Commissione consistono nella verifica, indagine e formulazione di proposte migliorative su diversi temi e profili: l'attuazione della legge La Torre, che ha introdotto nel codice penale il delitto di associazione di tipo mafioso; la normativa sui collaboratori di giustizia; l'applicazione dell'articolo 41-bis del regolamento penitenziario agli imputati condannati per reati mafiosi; l'azione di prevenzione e cooperazione giudiziaria a livello europeo internazionale; i connotati socioculturali delle organizzazioni criminali; il rapporto tra mafia e politica con specifico riguardo all'infiltrazione negli organi amministrativi, alla selezione di candidature e gruppi dirigenti, all'infiltrazione negli appalti e nelle opere pubbliche. I poteri della Commissione sono analoghi a quelli dell'autorita' giudiziaria, anche se la Commissione non puo' adottare provvedimenti attinenti la liberta' e la segretezza della corrispondenza ne' limitazioni della liberta' personale.

Resta vigente la disciplina in tema di segreto professionale bancario; non sono invece opponibili il segreto d'ufficio e il segreto di Stato. I 50 componenti della Commissione e il personale addetto sono vincolati al segreto, che e' sanzionato penalmente. Nella seduta pomeridiana di ieri si e' conclusa la discussione generale. Nel passaggio all'esame degli articoli non sono state approvate proposte di modifica. Il Governo ha accolto come raccomandazione alcuni ordini del giorno che lo impegnano a verificare la possibilita', compatibilmente con le esigenze di finanza pubblica, di mantenere operativo il posto fisso di Polizia di Stato di Casapesenna; di potenziare, sia sotto il profilo organico che funzionale, la DIA; di revocare la disposizione relativa alla chiusura del presidio DIA presso l'aeroporto di Malpensa.

njb/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari