domenica 26 febbraio | 07:08
pubblicato il 10/apr/2014 20:14

Antimafia: Bindi, da relazione modello piu' efficace aggressione beni

(ASCA) - Roma, 10 apr 2014 - ''Il voto unanime con cui ieri sera la Commissione antimafia ha approvato la relazione sui beni sequestrati e' un importante risultato che registra una significativa condivisione delle forze politiche sulle proposte di riforma''. Cosi' la presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Rosy Bindi commenta l'approvazione della Relazione sulle prospettive di riforma del sistema di gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita'.

''Abbiamo fatto - aggiunge - un lavoro serio e approfondito. In questi mesi abbiamo avvertito l'urgenza di intervenire innanzitutto sul sistema di contrasto patrimoniale, uno snodo cruciale nella lotta alle mafie perche' colpisce la forza delle cosche e la loro capacita' di condizionamento della societa' e di penetrazione dell'economia legale. Ma alla mole di sequestri e confische non corrisponde un adeguato sistema di gestione dei beni sottratti''. Secondo Bindi, ''E' decisivo superare le tante criticita' emerse sia nei procedimenti giudiziari, per renderli piu' veloci ed efficaci, sia nel funzionamento dell'Agenzia nazionale che va profondamente ripensata per rilanciarne il ruolo. Alla minaccia dei poteri criminali e' necessario contrapporre un modello di prevenzione e aggressione piu' organizzato ed efficiente, che valorizzi anche lo straordinario impegno delle tante associazioni che nel territorio hanno messo in campo esperienze di grande valore simbolico e sociale. La relazione disegna questo nuovo modello e offre al Parlamento e al Governo un contributo per un intervento complessivo, che faccia ordine nella stratificazione delle norme e permetta un'azione piu' incisiva e tempestiva. Le imprese, i terreni, le attivita' commerciali e finanziarie, gli edifici sottratti alle mafie vanno rimessi nel circuito dell'economia legale e resi produttivi. Vanno restituiti alla collettivita' per diventare un nuovo volano di buona crescita, di sviluppo e di legalita'''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech