lunedì 05 dicembre | 12:20
pubblicato il 26/gen/2013 12:57

Anno giudiziario/Perugia: durata processi da 1268 gg 2008 a 919 nel 2012

(ASCA) - Perugia, 26 gen - ''Le statistiche del Dgstat trasmesse il 30 ottobre dimostrano che la durata media dei procedimenti di cognizione ordinaria e' diminuita da 1268 giorni nel 2008 a 919 giorni nel 2012. Se poi si confronta la durata media con le sopravvenienze passate da 511 nel 2008 a 799 nel 2011 e a 676 nel 2012 si puo' notare che, nonostante l'oggettivo aumento del carico di lavoro, la sezione civile e' riuscita ad abbassare la durata media dei procedimenti di circa il 25%''. Lo ha detto, tra l'altro, Wladimiro De Nunzio, Presidente della Corte di Appello di Perugia, durante l'intervento pronunciato per l'apertura dell'anno giudiziario. ''Nella Sezione lavoro la durata dei procedimenti, definiti in nettissima prevalenza con sentenza, nel periodo di riferimento e' rimasta sempre contenuta entro i due anni (durata media 435 giorni, riduzione del 39,7% rispetto al 2008) - ha aggiunto - Nella Sezione Penale, il tempo medio di definizione degli appelli nel periodo in esame si attesta intorno a 780 giorni''. Per quanto attiene il Tribunale di Perugia, nella Sezione penale i procedimenti a trattazione collegiale risultano definiti per la maggior parte ( il 52,6%) in oltre due anni, il 26,3% tra 1 e 2 anni, e il 21% entro 1 anno. Durata inferiore - ha sottolineato il presidente - hanno avuto i procedimenti a trattazione monocratica, dove si registra una percentuale del 45,7% di definizioni entro 1 anno, del 24,8 % tra 1 e 2 anni, del 29,5% in oltre due anni. La durata delle definizioni dei procedimenti GIP-GUP (registro noti) si attesta per il 49% entro 6 mesi, per il 35,1% tra 6 mesi e 1 anno, per il 13% tra 1 e 2 anni, e per il restante 2,9% otre 2 anni. Con riferimento alla Sezione civile, la durata media di definizione dei procedimenti di cognizione ordinaria e' di 3 anni e mezzo , registrando un aumento percentuale del 9% rispetto al periodo 2008; poco inferiore e' la durata media dei processi di lavoro, circa 3 anni, ma diminuita quasi del 10% rispetto al periodo 2008; decisamente piu' celeri le definizioni delle procedure fallimentari , circa 1 anno e 8 mesi, con una riduzione del 24,4% rispetto al 2008''. ''Il Tribunale di Terni registra, nel settore penale, tempi piu' contenuti rispetto a Perugia - ha sottolineato De Nunzio - il 35% dei procedimenti con rito collegiale sono stati definiti entro 6 mesi e un altro 32,5% tra 1 e 2 anni; piu' della meta' (52,4%) dei procedimenti con rito monocratico sono stati definiti entro 6 mesi, il 19,4% tra 6 mesi e 1 anno, solo il 13% oltre 2 anni. Il 77% dei procedimenti GIP-GUP e' stato definito entro 6 mesi. In relazione al settore civile, positiva e' risultata la durata media delle procedure concorsuali e fallimentari, pari a 888 giorni, con una diminuzione del 5,9% rispetto al 2008. I tempi medi del contenzioso ordinario si attestano in 932 giorni (circa 2 anni e mezzo)''. pg/mar/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari