domenica 22 gennaio | 19:54
pubblicato il 14/apr/2011 05:10

Anm: Legge non reggerà a vaglio costituzionalità

Cascini: Viola convenzione Onu su corruzione ed eguaglianza. Ieri l'approvazione alla Camera del ddl sul processo breve

Anm: Legge non reggerà a vaglio costituzionalità

Roma, 14 apr. (askanews) - Il taglio della prescrizione per gli incensurati, inserito nella proposta di legge sul processo breve approvata alla Camera, "difficilmente potrà reggere al vaglio di costituzionalità". Lo ha affermato il segretario dell'Associazione nazionale magistrati Giuseppe Cascini, dopo l'approvazione ieri alla Camera della legge che ora torna al Senato. Cascini ha ricordato il "vincolo internazionale" cui l'Italia è legata avendo sottoscritto la Convenzione Onu contro la corruzione, con la quale "lo Stato italiano si impegna a garantire la persecuzione di tali reati". Il secondo problema è che "l'esigenza di circoscrivere l'applicazione ottenendo gli effetti sul singolo processo porta con sé un fatto grave, la violazione del principio di eguaglianza". Ieri sera l'aula della Camera ha approvato a maggioranza, con i voti del centrodestra, il ddl sul processo breve. Il provvedimento è stato profondamente modificato rispetto al testo uscito da Palazzo Madama: vi è stata infatti inserita la norma che accorcia la prescrizione per gli incensurati e che, una volta approvata in via definitiva, provocherà l'estinzione del processo Mills in cui è imputato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Le opposizioni hanno deciso, alla fine, di prendere parte al voto e verbalizzare il loro voto contrario. Senza rinunciare a manifestare non solo nel voto il dissenso contro una nuova legge considerata molto grave. Una copia della Costituzione italiana è stata esposta da ogni deputato del Pd e dell'Italia dei Valori durante il voto finale sulla prescrizione breve alla Camera. E i deputati dipietristi hanno esposto anche cartelli con i nomi dei processi pià importanti che con la nuova legge potrebbero non arrivare a sentenza."Nessuna giustizia", recitavano i cartelli per i processi sulla Clinica Santa Rita, Cirio, caso Tarantini, Fincantieri Palermo, Eternit, Ilva di Taranto, rogo Thyssen Krupp, crollo casa dello studente all'Aquila, strage di Viareggio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4