mercoledì 22 febbraio | 19:26
pubblicato il 19/dic/2013 14:09

Anci: ''Diniego a nostre richieste aprirebbe conflitto''

(ASCA) - Roma, 19 dic - ''Un diniego di queste richieste non potrebbe che provocare una esplicita conflittualita' tra i comuni e lo Stato e solleciterebbe i comuni a far valere in ogni sede anche di giustizia le proprie legittime ragioni a partire dai crediti insoluti che i comuni vantano nei confronti dello Stato, tra cui le risorse anticipate dagli enti locali e non rimborsate dallo Stato per il funzionamento dell'amministrazione giudiziaria''. E' quanto si legge nel documento illustrato dal presidente dell'Anci, Piero Fassino, al termine dell'ufficio di presidenza dell'associazione, in relazione all'insoddisfazione da parte dei sindaci italiani della legge di stabilita' e in particolare dello Iuc. bet/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech