mercoledì 07 dicembre | 17:31
pubblicato il 10/giu/2013 16:54

Amministrative: Marino 63,8% - Alemanno 36,2% (1.529 sez. su 2600)

Amministrative: Marino 63,8% - Alemanno 36,2% (1.529 sez. su 2600)

L'ex sindaco: ''Il centrodestra deve riflettere''. Gasbarra: ''Si volta pagina''.

''(ASCA) - Roma, 10 giu - A Roma il candidato del centrosinistra, Ignazio Marino, e' in testa con il 63,80%, rispetto al concorrente al ballottaggio, il sindaco di centrodestra uscente, Gianni Alemanno, fermo al 36,20%.

Lo attestano i dati del Viminale dopo lo scrutinio di 1.529 sezioni su 2.600.

''Ringrazio tutti gli elettori che nonostante una campagna elettorale molto difficile hanno deciso di andare a votare''.

Lo ha detto Gianni Alemanno, commentando l'esito delle elezioni per il Campidoglio dal suo Comitato e sottolineando che la campagna ''non e' bastata per riannodare questo rapporto tra i romani cittadini e la politica''. ''C'e' un dato complessivo del centrodestra che non pare essere positivo quindi credo che la riflessione debba essere ampia, perche' dal punto di vista amministrativo con Roma il centrodestra perde l'ultimo sindaco importante che aveva in Italia. Quindi la riflessione va fatta su Roma e a livello nazionale per comprendere quali risposte dare''. ''Roma ha voluto voltare pagina, ha voluto riaccendere una nuova luce, una luce che aveva smarrito e che dopo cinque anni bui di Alemanno e della destra, torna sulla citta' che ora va ricostruita''. Cosi' il segretario del Pd Lazio, Enrico Gasbarra.

''La vittoria bellissima di Ignazio Marino, delle forze politiche, delle energie civiche che lo hanno sostenuto, che hanno avuto la maturita' di costruire un grande progetto, e saputo con umilta', fare passi indietro per il bene di una citta' in grande crisi, e' un altro straordinario obiettivo centrato dal Pd. E' la vittoria dei romani, cosi' - aggiunge Gasbarra - come dei nostri militanti, dei volontari e dei circoli, degli eletti e dei dirigenti locali che voglio ringraziare cosi' come i consiglieri capitolini uscenti, e Marco Miccoli per il grande lavoro fatto in questi anni ed Eugenio Patane' per la gestione in quest'ultima fase. Ora, tutti insieme, subito al lavoro per Roma, per far rialzare la Capitale del Paese e per sostenere l'azione del sindaco Ignazio Marino. Ci sara' tanto, tantissimo da fare, ma lo dobbiamo ai romani - conclude Gasbarra - ai tantissimi giovani che non hanno un futuro, ma anche al nostro Paese che da Roma puo' riaccendere il motore per ripartire''.

red/int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni