domenica 11 dicembre | 15:35
pubblicato il 10/giu/2013 12:00

Amministrative/ Crolla affluenza per ballottaggi: ieri solo 33,8%

-8 punti rispetto a stesso dato primo turno. Si vota fino alle 15

Amministrative/ Crolla affluenza per ballottaggi: ieri solo 33,8%

Roma, 10 giu. (askanews) - Affluenza alle urne ancora in calo. Dopo il drammatico dato del primo turno anche ai ballottaggi trionfa la disaffezione dell'elettorato. Alle 22 di ieri aveva votato il 33,87% rispetto al 42,38% del primo turno. Urne ancora aperte fino alle 15 di oggi. In tutto sono 67 i comuni al voto (65 con popolazione superiore ai 15mila abitanti) tra cui 11 capoluoghi di provincia (Brescia, Lodi, Treviso, Imperia, Siena, Ancona, Roma, Viterbo, Avellino, Barletta, Iglesias). Sono 4.485.637 gli elettori, di cui 2.128.464 maschi e 2.357.173 femmine. Le sezioni elettorali saranno 5.074. Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì al termine delle votazioni e dell'accertamento del numero dei votanti. C'è grande attesa per Roma dove Ignazio Marino (42,60%: Pd, Sel, Psi, Verdi, Centro democratico, liste civiche) sfida il sindaco uscente Gianni Alemanno (30,27%: Pdl, Fratelli d'Italia, La Destra, liste civiche). A Brescia invece il confronto all'ultimo voto è tra il primo cittadino di centrodestra Adriano Paroli (Pdl, Lega, Pli, Udc, Pensionati, liste civiche), in corsa per la riconferma, e il candidato del centrosinistra (Pd, Ecologisti, liste civiche), Emilio Del Bono, che al primo turno ha prevalso di soli 50 voti (34.373, pari al 38,06% contro 34.323 voti, pari al 38%). In Sicilia si tiene il primo turno delle elezioni che porteranno al rinnovo delle amministrazioni in 142 comuni dell'isola. Tra questi, 39 sono quelli per i quali si applica il sistema elettorale maggioritario a doppio turno. Oltre a fornire spunti sull'orientamento politico della Regione, con la tenuta del governo Crocetta da un lato e della "roccaforte" grillina dall'altro, queste elezioni vedranno il "battesimo" della doppia preferenza di genere, introdotta con una legge approvata pochi mesi fa dall'Assemblea regionale siciliana. Nella regione che per prima ha detto no alle Province, le sfide più importanti si giocano proprio in quattro capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa e Ragusa. A Catania la poltrona di sindaco è contesa da sei i candidati, espressione di 15 liste. All'uscente Raffaele Stancanelli, sostenuto dal centrodestra, si opporrà innanzitutto l'ex sindaco Enzo Bianco, appoggiato dal centrosinistra. Gli altri pretendenti sono Lidia Adorno, del Movimento 5 Stelle; Maurizio Caserta (Catania Maurizio Caserta sindaco), Matteo Iannitti (Catania bene comune), e Tuccio D'Urso (Aggiusta Catania). Come a Catania, anche a Messina la partita se la giocheranno sei aspiranti sindaci. Si tratta di Felice Calabrò, sostenuto dal centrosinistra; Vincenzo Garofalo, del centrodestra; Maria Cristina Saija, del Movimento 5 Stelle; Alessandro Tinaglia, del movimento politico 'Reset'; Gianfranco Scoglio appoggiato dagli ex An con una lista che si chiama Nuova Alleanza; e il pacifista Renato Accorinti, con l'omonima lista. A questi sei candidati avrebbe dovuto aggiungersi Angelo Villari, escluso per un ritardo nella consegna della lista che lo appoggiava. A Siracusa, dove il Pdl si presenta diviso, i candidati invece sono otto. La frangia più consistente del Popolo della Libertà appoggia il segretario provinciale dell'Udc Edy Bandiera; mentre il deputato regionale pidiellino Vincenzo Vinciullo, con altre quattro liste, sostiene Ezechia Paolo Reale. Il centrosinistra punta invece su Giancarlo Garozzo; mentre Marco Ortisi è il candidato del Movimento 5 Stelle. Gli altri in corsa sono Santi Pane, Pucci La Torre, l'ex senatore Franco Greco e Gianni Briante. Infine, a Ragusa, la corsa sarà tra l'ex Udc Franco Antoci, sostenuto dal Pdl e da liste civiche; Giovanni Cosentini, appoggiato dal centrosinistra e dall'Udc; Giovanni Iacono, in corsa per Sel e un'altra lista; Federico Picciotto per il Movimento 5 Stelle; Francesco Barone per il Pid-Cantiere popolare; ed Enrico Patania, appoggiato dal Movimento città.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
Di Maio:no M5s altri governi,Renzi dovrebbe sparire da politica
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina