venerdì 24 febbraio | 16:40
pubblicato il 10/dic/2011 12:08

Ambiente/Clini: presto fondo nazionale per prevenzione alluvioni

In CdM, "misure radicali contro dissesto idrogeologico"

Ambiente/Clini: presto fondo nazionale per prevenzione alluvioni

Firenze, 10 dic. (askanews) - Al prossimo Consiglio dei ministri dovrebbe essere presentato un decreto che prevede l'istituzione di un "fondo nazionale di prevenzione" con "misure radicali" contro il dissesto idrogeologico. Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, a margine dell'incontro del consiglio dell'UCLG, l'United Cities and Local Governments, a Firenze. "Ho mandato al Consiglio dei Ministri -ha spiegato Clini- uno schema di decreto che spero possa essere esaminato gia' nella prossima seduta. Prevede un rafforzamento della capacita' di intervento in caso di calamita' ma stabilisce anche un fondo nazionale di prevenzione, che deve essere strategica per non continuare a rincorrere gli eventi e riparare i danni. Questo - ha precisato - richiede misure in qualche caso radicali e anche una revisione delle norme urbanistiche".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech