lunedì 27 febbraio | 08:17
pubblicato il 17/gen/2013 17:36

Ambiente: Ministero e Reg. Toscana, programma su rischio idrogeologico

(ASCA) - Roma, 17 gen - Il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini e il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi hanno firmato oggi un protocollo di intesa per la definizione di un programma pilota per la mitigazione del rischio idrogeologico in Toscana.

Il Protocollo nasce dall'impegno di Ministero e Regione per far fronte al ripetersi con sempre maggiore frequenza di eventi climatici estremi che negli ultimi anni hanno causato pesanti perdite di vite umane e ingentissimi danni in tutto il paese e, segnatamente, in alcune aree della Toscana particolarmente vulnerabili al rischio idrogeologico.

''L'intensita' e la frequenza di alluvioni, frane degli ultimi anni, innescate dai cambiamenti climatici - ha sottolineato Clini - impongono al nostro paese non solo seri ed organici interventi di prevenzione, ma anche la elaborazione di nuovi modelli di assetto del territorio e delle sue infrastrutture che siano tarati sui nuovi modelli climatici e siano in grado di sopportare l'accresciuta violenza degli eventi climatici. In questo senso l'intesa con la regione Toscana rappresenta il battistrada importante di una metodologia nuova che va estesa a tutte le zone a rischio''.

Il protocollo nasce anche dalla consapevolezza che su questo tema ha maturato la Regione Toscana che ha recentemente varato una nuova normativa proprio sulla difesa del territorio dal rischio idraulico e sulla tutela dei corsi d'acqua.

''Ringrazio vivamente il ministro - dice il presidente Rossi - per l'impegno strategico assunto in favore del territorio toscano. La Regione e' intervenuta negli anni non solo con risorse nelle situazioni di emergenza, ma anche con misure forti di prevenzione, come la legge 21 che impone il divieto di edificazione nelle zone ad alto rischio idraulico. Una misura unica nel panorama italiano'' Il programma pilota che sara' elaborato, grazie al protocollo firmato oggi, punta alla anche ''individuazione delle migliori tecnologie per l'aggiornamento dei piani di rischi idrogeologico'' per ''rispondere in via preventiva ed efficace alla problematiche legate alla tutela del territorio regionale e alla mitigazione del rischio''.

Il protocollo istituisce un comitato di indirizzo e monitoraggio, composto da rappresentanti e tecnici del Ministero e della Regione, che avra' il compito di assicurare ''la piena e coordinata attuazione'' degli obiettivi indicati.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech