mercoledì 18 gennaio | 17:15
pubblicato il 13/dic/2013 14:07

Ambiente: De Girolamo, fondamentale stop cementificazione da parte Cdm

Ambiente: De Girolamo, fondamentale stop cementificazione da parte Cdm

(ASCA) - Roma, 13 dic - ''Quello approvato oggi e' un provvedimento fondamentale che segna la separazione netta tra il passato e la devastazione dei territori ed il futuro in cui il terreno sara' utilizzato per lo sviluppo. Non c'e' produzione agricola se non c'e' tutela del suolo e queste misure agevoleranno gli imprenditori del settore edilizio che si specializzeranno nel risanamento''.

Lo afferma in una nota il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, commentando il via libera definitivo del Consiglio dei ministri al disegno di legge per il contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato, approvato anche dalla Conferenza unificata.

''L'Italia - prosegue il ministro - ha bisogno di una norma per il contenimento del consumo di suolo e per questo mi auguro che il disegno di legge possa essere presto discusso e approvato anche in Parlamento. I drammatici disastri idrogeologici degli ultimi mesi ci ricordano che non c'e' piu' tempo da perdere. Con questa norma introduciamo un principio fondamentale: il consumo di suolo va ridotto''.

Sottolineando che ''negli ultimi decenni abbiamo cementificato una superficie grande come la Calabria'', l'esponente del governo Letta ricorda che ''allo stesso tempo, il nostro Paese non e' autosufficiente dal punto di vista alimentare e la combinazione dell'avanzata del cemento e l'abbandono dei campi puo' diventare devastante. Invertiamo la rotta, ho fiducia che anche nelle Camere ci sia la stessa sensibilita' per il tema''.

''E' necessario - ha proseguito De Girolamo - avere un cambio di mentalita' nel nostro paese e capire che ogni ettaro di terra impermeabilizzata e' persa per sempre.

Puntiamo ad un'edilizia di riuso, di rigenerazione, che possa far muovere l'economia senza un ulteriore impatto sull'ambiente e sulle attivita' agricole. Siamo il paese del gusto e della bellezza e i turisti stranieri non ci cercano davvero per il cemento'', conclude il ministro delle Politiche agricole.

com-stt/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina