domenica 22 gennaio | 19:21
pubblicato il 30/gen/2015 21:02

Alfano verso il sì a Mattarella presidente ma rimane incertezza

Emerge diverso orientamento tra le anime di Area popolare

Alfano verso il sì a Mattarella presidente ma rimane incertezza

Roma, 30 gen. (askanews) - Area popolare verso il sì a Sergio Mattarella dodicesimo presidente della Repubblica, anche se rimangono ancora una certa dose di incertezza e di diverso orientamento tra le anime che compongono la formazione politica guidata da Angelino Alfano.

Secondo quanto si apprende in ambienti parlamentari, Alfano avrebbe apprezzato l'appello rivolto a tutto l'arco parlamentare dal premier Matteo Renzi per una convergenza sul nome del giudice della Consulta e sarebbe pronto a proporre di abbandonare l'iniziale decisione di votare scheda bianca per dare un significativo sì all'elezione di Mattarella. Una decisione che avrebbe dovuto essere formalizzata questa sera nel corso della prevista assemblea, rinviata però a domani mattina alle 8. In queste ore infatti sono in corso contatti tra Alfano e Silvio Berlusconi per tentare di definire una linea comune sul voto.

La posizione di Ap pro-Mattarella non appare, almeno al momento, scontata. Il giudizio di Alfano sulle parole del presidente del Consiglio non sembra condiviso da una parte di parlamentari Ap (in particolare Ncd) per i quali l'appello del premier è poca cosa e non è sufficiente a mutare il giudizio negativo dato sul metodo seguito dall'ex sindaco di Firenze per l'annuncio del candidato.

E' altrettanto vero però che se prima sarebbe stato difficile non votare quello che per molti di Ap è l'ex collega ed ex amico Dc, opponendo una contestazione nell'apparenza formalmente corretta al metodo seguito dal premier, ora - di fronte al non votare Mattarella dopo l'appello di Renzi - non partecipare al voto potrebbe essere quasi impossibile. Soprattutto se una delle forze politiche destinatarie dell'intervento del segretario del Pd è un alleato di governo che esprime, fra l'altro, un ministro importante come quello dell'Interno e proprio nella persona di Alfano. Non è difficile pensare che nei numerosi incontri che si sono susseguiti a ritmo frenetico in queste ore (tra Renzi ed Alfano, tra Alfano e i vertici di Ap, tra i vertici di Ap e esponenti e personalitè di governo Pd) il tema del Viminale sia stato affrontato, analizzando le conseguenze (e le polemiche) politiche che sarebbero certamente derivate da un ministro dell'Interno che non vota per il Presidente della Repubblica.

Fra coloro di Area popolare che plaudono all'inziativa di Renzi la parola che circola con più frequenza è "apertura". La giudica tale, tra gli altri, Antonio De Poli, vice segretario vicario Udc, che parla di una "lettera positiva. Lo ha detto anche Alfano. Una lettera - ha aggiunto - che recupera la mancanza iniziale di ieri".

In ogni caso, pur essendo l'orientamento di molti di Ap di "votare concretamente" domani in aula, la decisione finale, ha chiarito De Poli, "se dare scheda bianca o votare Mattarella, da sempre considerato un candidato all'altezza, verrà presa durante l'assemblea".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4