martedì 28 febbraio | 18:10
pubblicato il 18/set/2014 19:54

Alfano: su lavoro non mantenere regole del '70, e' cambiato tutto

Statuto lavoratori approvato allora, ma mercato non e' piu' quello (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - "Prima di tutti abbiamo detto che, se c'era una riforma importante da fare, questa era quella del lavoro. La riforma del lavoro serve per fare piu' assunzioni, per dare piu' liberta' a chi puo' fare le assunzioni". Lo ha sottolineato il presidente di Ncd, Angelino Alfano, al Gr Rai. "Lo Statuto dei Lavoratori - ha ricordato - e' stato approvato cinque mesi prima che io nascessi. Io sono nato nell'ottobre del 1970 e lo statuto dei lavoratori e' stato approvato nel maggio del 1970. In questo intervallo, dal 1970 a oggi, e' cambiato tutto: sono cambiate le relazioni industriali, il modo di produrre in Italia, la legislazione europea, e' cambiato tutto in Italia e non e' possibile mantenere le regole per quel mercato del lavoro che non e' piu' quello di oggi".

Pol/Arc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Battezzati i gruppi Mdp, scissione Pd formalizzata in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech