domenica 11 dicembre | 07:46
pubblicato il 05/dic/2013 12:00

Alfano: finita fase in cui si parla, L. elettorale ora va fatta

"Non abbiamo aperto al doppio turno, siamo molto bipolari"

Alfano: finita fase in cui si parla, L. elettorale ora va fatta

Bruxelles, 5 dic. (askanews) - Dopo la bocciatura del "Porcellum" da parte della Corte costituzionale "è finia la fase in cui si parla di legge elettorale, ora comincia la fase in cui bisogna fare la legge elettorale". Lo ha detto oggi a Bruxelles il ministro dell'Interno e leader del Ncd, Angelino Alfano, parlando con la stampa a margine del Consiglio Giustizia e Affati interni. Alfano ha pero' gelato le speranze di chi spera che questa situazione dia nuove chance a un nuovo sistema eletorale a doppio turno. "Non abbiamo aperto al doppio turno", ha detto, parlando come leader del Ncd, aggiungendo : "Noi siamo molto bipolari, nel nostro Dna c'è il concetto che bisogna fare una scelta, noi stiamo con il centro destra e non con la sinistra". Oltre a questo punto, quello di dover scegliere chiaramente in quale dei due campi stare ("e noi - ha puntualizzato Alfano - vogliamo essere un pilastro fondamentale del centro destra"), la nuova legge elettorale dovrà restituire agli elettori "la scelta del proprio deputato o del proprio senatore. Questa sentenza - ha sottolineato il ministro - ci indirizza con forza verso quest'obbligo di scegliere". Quanto alla polemica sulla possibilità di trasferire dal Senato alla Camera l'iniziativa della nuova legge elettorale, Alfano ha osservato che "siamo in un contesto di bicameralismo perfetto, dove si comincia non si finisce, bisogna andare all'altro ramo del Parlamento. Mi sembra una polemica un po' speciosa: ora la discusssione è incardinata al Senato e lavorerà il Senato". Sull'apertura di Silvio Berlusconi alle primarie di coalizione nel centro destra, infine, Alfano ha detto di esserne "molto soddisfatto", perché "dimostra la lungimiranza del presidente Berlusconi". Si tratta, ha concluso, di "una scelta importante, che va incontro a quello che avevamo chiesto noie che era stato molto condiviso anche da altri esponenti del centro destra, come il presidente Maroni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina