lunedì 27 febbraio | 01:31
pubblicato il 05/set/2012 05:10

Alcoa/ Sindacati vedono Abc, ma Passera li gela: caso impossibile

Bersani fa saltare incontro a tre: non diventi 'di maggioranza'

Alcoa/ Sindacati vedono Abc, ma Passera li gela: caso impossibile

Roma, 5 set. (askanews) - Proprio nel giorno in cui i sindacati impegnati nella vertenza Alcoa hanno giocato la carta della disperazione, cioè incontrarsi e chiedere l'aiuto dei leader dei partiti di maggioranza, il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, l'uomo verso cui erano rivolti gli occhi della politica e, soprattutto, dei lavoratori di Portovesme, ha gelato tutti: "quella vertenza - ha detto ieri - è un caso quasi impossibile". Parole pesanti che, se possibile, hanno reso la disperazione dei lavoratori ancora più evidente. Due di loro, infatti, sono saliti su un silos di 70 metri, lo stesso da cui erano partite le proteste del 2009 e sono arrivati a minacciare "gesti estremi". Che la giornata non nascesse sotto i più fausti auspici, del resto, lo si era capito fin dal mattino: i sindacati, che si aspettavano di incontrare Alfano, Bersani e Casini seduti attorno allo stesso tavolo, all'ultimo minuto sono stati ricevuti separatamente e in luoghi diversi. Colpa di Bersani, hanno detto i suoi due colleghi, Alfano e Casini, che all'ultimo ha fatto saltare tutto. "Qualcuno - ha spiegato il leader Udc, senza far nomi in conferenza stampa ma facendoli prima, in privato, ai sindacati - ha ritenuto più opportuno fare incontri separati. Mi dispiace, è stata un'occasione persa". Anche Alfano, al pari di Casini, ha manifestato "disappunto" per la scelta di Bersani, che invece ha preferito affidare al responsabile economico del suo partito, Stefano Fassina, i motivi della scelta. Un incontro tra i lavoratori dell'Alcoa e i segretari di Pd, Pdl e Udc insieme "non è mai stato in programma", perchè un tal tipo di vertice, è stato il ragionamento di Fassina, avrebbe di fatto "tagliato fuori l'opposizione", mentre questa vicenda non è "questione di maggioranza od opposizione, bensì riguarda tutti". Insomma, il Pd avrebbe preferito non ascrivere alla maggioranza il forse già previsto fallimento della vertenza. Ecco perchè Fassina, conversando con i giornalisti al Nazareno, ha spiegato senza mezzi termini che un incontro con Bersani, Casini e Alfano insieme "sarebbe stato un errore e avrebbe indebolito la vertenza dei lavoratori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech