venerdì 20 gennaio | 18:00
pubblicato il 09/set/2014 19:56

Airaudo(Sel):Tutele progressive? Attenzione a aprire certe porte

In passato diritti non hanno impedito ad aziende di crescere (ASCA) - Torino, 9 set 2014 - "L'altro giorno a Cernobbio Marchionne ha detto che non basta il contratto a tutela progressiva e che il rapporto con il lavoratore se lo gestisce l'impresa. A Torino l'avevamo gia' capito. Quindi attenzione ad aprire alcune porte, se no torniamo al licenziamento dei latini con un gesto della mano". Lo ha dichiarato il deputato di Sel, Giorgio Airaudo, intervenendo ad un dibattito a Torino, alla festa della Fiom.

"Negli anni avevamo costruito e liberato zone di diritti e questo non ha impedito a molte imprese di crescere e innovare" ha osservato Airaudo, sostenendo che il governo piuttosto "deve immaginare una positiva dialettica con le parti sociali, che non devono essere usate come spaventapasseri".

Prs

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Terremoti
Terremoto, Salvini: dimissioni Curcio? Qualcosa non ha funzionato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4