domenica 22 gennaio | 13:19
pubblicato il 24/lug/2014 15:25

Agricoltura: Regioni, su Pon e decreto Pac Martina ha violato accordi

(ASCA) - Roma, 24 lug 2014 - In Commissione Politiche Agricole bufera sul ministro Martina da parte delle Regioni italiane. A farsene portatore e' il coordinatore degli assessori regionali all'agricoltura, il pugliese Fabrizio Nardoni.

Tema del contendere i programmi operativi nazionali e il decreto sul primo pilastro della Pac.

''La commissione politiche agricole mi ha affidato il compito, nella qualita' di coordinatore, di riportare al Ministro la ferma contrarieta' per il comportamento assunto sui programmi operativi nazionali (Pon) - dice Nardoni - E' opinione del sistema delle Regioni che il Ministro abbia violato, sia sul piano formale che su quello sostanziale, gli accordi raggiunti nel mese di gennaio in sede di ripartizione finanziaria delle risorse relative al secondo pilastro, inviando alla commissione europea il Pon senza avere consultato i territori che con proprie risorse finanziano i programmi nazionali. Nel merito i programmi sono formulati in difformita' dall'accordo raggiunto e nessuna Regione ha avuto notizia della predisposizione del programma il cui processo di valutazione ambientale strategica era stato completato nel mese di giugno. Nessuna Regione - sottolinea Nardoni - ha potuto tenere conto del programma nazionale nella predisposizione dei propri programmi regionali. Le relazioni istituzionali non sono una liturgia inutile come probabilmente pensa il ministro ma servono a definire strategie di sviluppo la cui condivisione e' tanto piu' necessaria quanto piu' incide sui singoli territori ed e' finanziata con risorse destinate alle regioni. Anche sul decreto in corso di predisposizione sul primo pilastro la commissione - dice infine l'Assessore Fabrizio Nardoni - esprime il proprio disappunto per il tentativo del Ministro di introdurre scelte non condivise e di modificare gli accordi gia' presi, con cio' penalizzando alcune Regioni. In assenza di una formale intesa - conclude - tutto cio' mette in discussione l'intero contenuto del decreto''.

res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4