venerdì 24 febbraio | 16:10
pubblicato il 05/set/2014 13:20

Agricoltura: Realacci (Pd), difendere made in Italy per affrontare crisi

(ASCA) - Roma, 5 set 2014 - ''E' importante che il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali chiuda rapidamente la consultazione pubblica prevista dal Dl 91, recentemente convertito in legge, sulla tutela dei prodotti agricoli e alimentari italiani per attivare adeguate misure in difesa dell'agroalimentare made in Italy''. Lo afferma in una nota il deputato del Pd Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente Territorio e Lavori pubblici della Camera, commentando la risposta del vicemistro Andrea Olivero oggi in Aula alla Camera a una sua interrogazione. ''La scommessa sulla qualita' - aggiunge Realacci - , piu' che sulla quantita', sui nostri talenti e sui nostri prodotti tipici e legati ai territori e' la via per dare ulteriore impulso all'agroalimentare tricolore e, piu' in generale, per rilanciare la nostra economia. Una linea che in agricoltura sta gia' pagando, come dimostrano le nostre ottime performance nel settore''.

com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech