mercoledì 18 gennaio | 12:59
pubblicato il 23/apr/2014 14:44

Agricoltura: Fava (Lombardia), riequilibrare assegnazione fondi Pac

(ASCA) - Milano, 23 apr - ''La Regione Lombardia e' la prima regione agricola d'Italia, con 50mila imprese e una produzione lorda vendibile che supera i 12 miliardi di euro.

Stupisce il fatto che al ministero non ne tengano conto, perche' denota una scarsa volonta' di sostenere l'agricoltura. Sono questi i motivi che mi spingono a disertare la Conferenza delle Regioni di oggi, a fronte di un quadro economico di riparto delle risorse che vede la Lombardia subire un taglio eccessivo sul Primo pilastro della Pac''.

Cosi' l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, annuncia di non prendere parte, nella giornata odierna, all'incontro fra ministero e assessori regionali.

''Sono costretto a esprimere un segnale di dissenso molto marcato nei confronti di una gestione purtroppo miope del sistema agricolo - prosegue l'assessore lombardo -. Non si possono chiedere ulteriori sforzi alla Lombardia, ancora una volta considerata come un territorio da spremere piuttosto che da sostenere al pari di altre Regioni.

L'agricoltura lombarda vanta un primato assoluto in termini di produzioni e di valore che non puo' non essere tenuto adeguatamente in considerazione quando si assegnano i fondi per la Pac''.

''Confido in un ripensamento - afferma l'assessore all'Agricoltura della Lombardia -. Conosco bene il ministro e mi fido di lui, ma temo che qualcuno non gli stia prospettando la situazione in modo adeguato. Se gli avessero spiegato quali saranno le ricadute negative per la Lombardia, nel caso in cui venisse approvata la ripartizione prospettata dai tecnici ministeriali, sono sicuro che un lombardo come lui non avrebbe per primo accettato tali criteri''.

Il messaggio dell'assessore lombardo e' molto chiaro: ''Io ho dato ampia disponibilita' a chiudere in fretta la negoziazione, ma non a tutti i costi. Prendo atto della volonta' di accogliere la proposta che ho fatto in termini di modalita', ma sulle cifre ripartite dei premi accoppiati proprio non ci siamo. Sarebbe meglio a questo punto rinviare la riunione odierna alla prossima settimana e sfruttare il tempo per trovare una sintesi piu' equilibrata''. ''Resto comunque critico, ma ottimista - conclude l'assessore -.

Confido nella serieta' e ragionevolezza''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Pd
Renzi a Napoli e Scampia: lontano da flash, vicino a difficoltà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa