sabato 25 febbraio | 20:09
pubblicato il 23/apr/2014 14:44

Agricoltura: Fava (Lombardia), riequilibrare assegnazione fondi Pac

(ASCA) - Milano, 23 apr - ''La Regione Lombardia e' la prima regione agricola d'Italia, con 50mila imprese e una produzione lorda vendibile che supera i 12 miliardi di euro.

Stupisce il fatto che al ministero non ne tengano conto, perche' denota una scarsa volonta' di sostenere l'agricoltura. Sono questi i motivi che mi spingono a disertare la Conferenza delle Regioni di oggi, a fronte di un quadro economico di riparto delle risorse che vede la Lombardia subire un taglio eccessivo sul Primo pilastro della Pac''.

Cosi' l'assessore all'Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, annuncia di non prendere parte, nella giornata odierna, all'incontro fra ministero e assessori regionali.

''Sono costretto a esprimere un segnale di dissenso molto marcato nei confronti di una gestione purtroppo miope del sistema agricolo - prosegue l'assessore lombardo -. Non si possono chiedere ulteriori sforzi alla Lombardia, ancora una volta considerata come un territorio da spremere piuttosto che da sostenere al pari di altre Regioni.

L'agricoltura lombarda vanta un primato assoluto in termini di produzioni e di valore che non puo' non essere tenuto adeguatamente in considerazione quando si assegnano i fondi per la Pac''.

''Confido in un ripensamento - afferma l'assessore all'Agricoltura della Lombardia -. Conosco bene il ministro e mi fido di lui, ma temo che qualcuno non gli stia prospettando la situazione in modo adeguato. Se gli avessero spiegato quali saranno le ricadute negative per la Lombardia, nel caso in cui venisse approvata la ripartizione prospettata dai tecnici ministeriali, sono sicuro che un lombardo come lui non avrebbe per primo accettato tali criteri''.

Il messaggio dell'assessore lombardo e' molto chiaro: ''Io ho dato ampia disponibilita' a chiudere in fretta la negoziazione, ma non a tutti i costi. Prendo atto della volonta' di accogliere la proposta che ho fatto in termini di modalita', ma sulle cifre ripartite dei premi accoppiati proprio non ci siamo. Sarebbe meglio a questo punto rinviare la riunione odierna alla prossima settimana e sfruttare il tempo per trovare una sintesi piu' equilibrata''. ''Resto comunque critico, ma ottimista - conclude l'assessore -.

Confido nella serieta' e ragionevolezza''.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Lavoro
Renzi: ruolo Stato non è offrire reddito ma lavoro di cittadinanza
Pd
Orlando: mi candido per guidare il Pd, non contro qualcuno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech