martedì 24 gennaio | 12:21
pubblicato il 29/ott/2013 14:58

Agricoltura: De Girolamo, eccellenze siano esempio per politica e Paese

Agricoltura: De Girolamo, eccellenze siano esempio per politica e Paese

(ASCA) - Roma, 29 ott - ''Dobbiamo fare della storia recente del vino italiano una parabola per il Paese e per la politica. Siamo partiti dallo scandalo del metanolo, che ci ha fatto toccare il punto piu' basso con danni gravissimi sia in termini economici che di immagine, ma siamo riusciti a ribaltare il dato, a capovolgere la situazione sino a far diventare il vino una eccellenza assoluta del Made in Italy''. Lo ha detto il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della prima edizione dell' 'Atlante dei territori del vino italiano', che si e' tenuta a Roma.

''Sono certa - ha spiegato il ministro - che questo Atlante avra' un grande successo. Si tratta di un lavoro straordinario, utile anche in vista dell'Expo 2015. Quando parliamo di vino non possiamo non fare riferimento alla passione e all'apporto umano dei nostri agricoltori che, anche in momenti difficili, hanno saputo tenere la schiena dritta. Noi dobbiamo aiutarli a svolgere al meglio il loro lavoro, utilizzando correttamente le risorse dell'Ocm vino e puntando alla semplificazione delle norme. Non e' possibile - ha aggiunto De Girolamo - che i nostri produttori debbano sottrarre preziose ore al loro lavoro per occuparsi di questioni burocratiche. Un altro grande tema da affrontare e' quello dell'internazionalizzazione: il nostro vino e' piu' buono di quello francese, ne sono convinta. Loro sono stati piu' bravi dal punto di vista commerciale ed e' quello il gap che dovremo colmare, entrando nei mercati in cui siamo poco presenti''.

''Il nostro - ha proseguito De Girolamo - e' un territorio straordinario, e' la nostra vera forza. Puntando sulla terra possiamo trovare le vie di uscita dalla crisi, che ancora c'e' e ancora morde. Guardiamo sotto i nostri piedi, e' li' il vero tesoro. Dovremmo introdurre una nuova norma, quella della ''consapevolezza', ricordandoci sempre di come siamo bravi a coniugare le nostre capacita' con le materie prime che abbiamo a disposizione e il legame che queste hanno con i territori. Se, insieme a questo, ci renderemo conto dell'importanza di fare squadra potremo davvero dare un grande contributo allo sviluppo del nostro Paese''.

red/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
M5s
Grillo precisa testo:Trump-Putin statisti forti, bene se dialogano
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4