martedì 17 gennaio | 13:59
pubblicato il 18/ott/2013 17:09

Agenda Digitale: Serracchiani in cabina di regia

(ASCA) - Trieste, 18 ott - La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha indicato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, quale proprio rappresentante nella Cabina di Regia per l'attuazione dell'Agenda digitale italiana.

Il Progetto strategico Agenda digitale italiana e' una delle novita' principali del decreto ''Semplifica Italia'', che contiene un articolato insieme di interventi volti ad alleggerire il carico degli oneri burocratici che gravano su cittadini e imprese.

In questo contesto l'Agenda, sulla base della strategia ''Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva'' elaborata dalla Commissione europea nel 2010, mira a rendere liberamente disponibili i dati delle Pubbliche amministrazioni, incentivando trasparenza, responsabilita' ed efficienza del settore pubblico, alimentando l'innovazione, stimolando la crescita economica.

Alla Cabina di Regia, in cui Serracchiani sara' l'unico rappresentante delle Regioni italiane, spettera' il compito di coordinare l'azione delle amministrazioni centrali e territoriali.

''Come indicato nel programma di governo della legislatura - spiega Serracchiani - proprio in coerenza con la strategia Europa 2020 la Giunta regionale e' impegnata a 360 gradi per perseguire una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, nella consapevolezza che tutte le riforme che possiamo mettere in campo, tutte le infrastrutture che potremmo realizzare non cambieranno mai la vita delle imprese e dei nostri cittadini quanto lo snellimento e la semplificazione delle procedure''.

''Se il mio impegno consistera' certamente nel mettere a disposizione del Governo nazionale e delle altre Pubbliche amministrazioni l'esperienza maturata in Friuli Venezia Giulia e le nostre buone pratiche sui temi specifici dell'Agenda digitale, quali innovazione, banda larga, E-Government, auspico che grazie a questa Cabina di Regia possa essere impressa al piu' presto un'accelerazione alla modernizzazione dell'intero Paese, che ha assoluto bisogno di una riduzione, non solo a parole, del peso della burocrazia che rappresenta un autentico freno alla crescita e allo sviluppo''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa