domenica 26 febbraio | 20:57
pubblicato il 21/nov/2015 15:40

Agenda digitale, Cozzi (Huawei): necessario condividere le idee

"Incontro positivo, s'è cercato di essere più concreti possibile"

Agenda digitale, Cozzi (Huawei): necessario condividere le idee

Firenze (askanews) - "L'incontro è andato molto bene, si è cercato di essere il più concreti possibile per condividere esperienze. Quando si parla di cloud, smart cities, economia digitale nessuno è in grado di fare da solo, è un concetto di inclusione, di collaborazione secondo logiche aperte".

Così Alessandro Cozzi, Country manager di Hauwei, parlando a margine dell'incontro organizzato da Consenso, la business unity del gruppo Hdrà e  Huawei a Palazzo Vecchio a Firenze, su "Le sfide per la crescita".

"È necessario che tutti i player fondamentali in questo processo di digitalizzazione, come operatori di telecomunicazione, la pubblica amministrazione e rappresentanti di categoria si confrontino e condividino esperienze e progetti. Huawei sta già sperimentando nella pratica questo tipo di approccio, collaborativo e inclusivo, in giro per il mondo. In Italia stiamo portando avanti un progetto con una Regione importante e oggi abbiamo presentato la nostra disponibilità al Comune di Firenze e alla Toscana.

Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech