lunedì 16 gennaio | 16:53
pubblicato il 28/feb/2011 13:42

Afghanistan/ Schifani: Italia paga alto prezzo, ma non si ritira

Andremo via quando la democrazia sarà completa

Afghanistan/ Schifani: Italia paga alto prezzo, ma non si ritira

Barete (L'Aquila), 28 feb. (askanews) - Il presidente del Senato, Renato Schifani, ha manifestato "profondo dolore" per il militare italiano caduto in Afghanistan e per i feriti, altre vittime "che cadono sull'altare della democrazia. L'Italia - ha detto il presidente del Senato - continua a pagare degli alti prezzi, ma lo fa in piena coscienza e nella consapevolezza che la libertà è un bene da garantire anche al di fuori dei propri confini". In visita a Barete, in provincia dell'Aquila, Schifani ha sottolineato ancora che "l'Italia non può che rimanere in Afghanistan. La nostra presenza - ha sottolineato il presidente del Senato - è condivisa all'interno della comunità internazionale e sarà questa a decidere i metodi di rilascio e di abbandono di quel paese, che sicuramente avverranno quando l'Afghanistan sarà portato a piena democrazia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow