giovedì 08 dicembre | 23:35
pubblicato il 16/mag/2016 15:27

Adozioni, Orlando: spetta a giudici interpretare la legge

Non c'è ricetta che possa valere una volta per tutte

Adozioni, Orlando: spetta a giudici interpretare la legge

Roma, 16 mag. (askanews) - "Non c'è una ricetta che possa valere una volte per tutte, né la legge può circoscrivere il campo, perciò siamo noi legislatori a chiedere ai giudici di interpretare la legge". Lo ha ribadito il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, a margine dell'audizione alla Camera sulla riforma delle adozioni, replicando così alle obiezioni del ministro Enrico Costa sulla "giurisprudenza creativa" in merito alla stepchild adoption.

"E' la legge che chiede ai magistrati di applicarla al caso concreto - ha spiegato Orlando -, non ci può essere una definizione a priori soprattutto perchè al centro c'è l'interesse del minore e la continuità affettiva". Inoltre secondo il Guardasigilli l'opera di "interpretazione della legge da parte del giudice non è comprimibile ed è apprezzata anche a livello internazionale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni