lunedì 20 febbraio | 12:45
pubblicato il 19/feb/2013 17:43

Adozioni: Marino (Pd), va tutelato prioritario interesse bambini

Adozioni: Marino (Pd), va tutelato prioritario interesse bambini

(ASCA) - Roma, 19 feb - ''Non possiamo fare come lo struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia. Il prossimo Parlamento si dovra' occupare seriamente dei diritti civili e la sentenza di oggi della Corte europea dei diritti umani lo conferma''. Lo afferma Ignazio Marino, senatore del Partito Democratico.

''In Italia - aggiunge Marino - al momento sono circa 100mila i bambini che crescono in famiglie omosessuali, si tratta di una realta' che non possiamo ignorare. O pensiamo sia meglio che nel caso della morte di un genitore, quel bambino debba essere affidato ai servizi sociali e quindi strappato all'affetto di chi lo ha cresciuto? Serve una legge che tuteli questi bambini e sancisca un unico principio: l'adozione va disposta nell'esclusivo e prioritario interesse del minore, altrimenti rimarremo un paese a due velocita' che discrimina i bimbi che non crescono in una famiglia eterosessuale tradizionale''.

com-ceg/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia