lunedì 20 febbraio | 13:10
pubblicato il 12/feb/2013 12:30

Abu Omar: Cicchitto, condanna Pollari pone questione 'segreto di stato'

Abu Omar: Cicchitto, condanna Pollari pone questione 'segreto di stato'

(ASCA) - Roma, 12 feb - ''A parte molte altre considerazioni, la condanna del generale Pollari per la vicenda Abu Omarpone in modo drammatico il problema del segreto di Stato''. Lo afferma in una nota il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto spiegando che ''proprio per l'opposizione del segreto di Stato Pollari non ha potuto difendersi utilizzando tutta la documentazione concernente il caso e cio' non lo ha affatto tutelato, anzi e' stata una delle cause della sua condanna che quindi e' avvenuta in presenza non di un privilegio, ma di una limitazione al diritto di difesa. Cio' apre delle questioni assai serie di vario tipo - aggiunge Cicchitto - comprese quelle riguardanti il trattamento di chi dirige i servizi e conseguentemente della loro operativita'. E' evidente che in una situazione siffatta molti possono essere spinti a tirare i remi in barca e utilizzare solo le cosiddette ''fonti aperte'''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia