sabato 03 dicembre | 10:48
pubblicato il 23/gen/2013 13:47

Abi: Lega Nord, successore Mussari sia espressione piccole banche

Abi: Lega Nord, successore Mussari sia espressione piccole banche

(ASCA) - Roma, 23 gen - ''Lo scandalo sui derivati che ha colpito il Monte dei Paschi, costringendo Giuseppe Mussari alle dimissioni, apre un'enorme falla alla guida dell'Abi in un momento critico per la nostra economia e per il sistema bancario del Paese. La Lega Nord chiede e auspica che il nuovo presidente sia espressione dei piccoli istituti di credito e che abbia come obiettivo primario di ridare fiducia alle piccole e medie imprese, attualmente gravate dall'insostenibile pressione fiscale imposta dal governo Monti''. Lo dichiara il responsabile del dipartimento Sviluppo Economico della Lega Nord, Gianni Fava.

''Quanto sta accadendo al Monte dei Paschi avvalora comunque la posizione della Lega Nord che e' stata chiara fin da subito. Ovvero la nazionalizzazione della Banca, il commissariamento della Fondazione e l'apertura dell'azione di responsabilita' contro i vertici coinvolti'', conclude Fava.

com-ceg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari