mercoledì 22 febbraio | 17:39
pubblicato il 10/ott/2014 15:39

A Tokyo vietati gli strilli dei bambini, è polemica

Alcune strutture e parchi off-limits per i più piccoli

A Tokyo vietati gli strilli dei bambini, è polemica

Roma, 10 ott. (askanews) - Il "regolamento sulla difesa dell'ambiente" della città metropolitana di Tokyo non ammette eccezioni quando si parla di inquinamento acustico: i bambini quando piangono, strillano e quant'altro non devono superare certe soglie. Si tratta, tuttavia, di una norma che ha suscitato polemiche e che il governo metropolitano s'è detto oggi disposto a cambiare. Lo spiega oggi l'Huffington Post Japan. "Stiamo valutando se ammorbidire il regolamento, prevedendo un'eccezione alla norma per i bambini", ha spiegato all'Huffington un portavoce dell'ufficio ambiente di Tokyo. L'applicazione del regolamento ha già prodotto alcuni effetti come la limitazione di accesso ai bambini ad alcune strutture e il divieto per i bambini di frequentare alcuni parchi. Mos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe