martedì 24 gennaio | 04:33
pubblicato il 22/nov/2013 12:00

A Roma Charlotte-Charlenne,le filippine(quasi)italiane ritrovate

Due settimane dopo Haiyan riabbracciano a Fiumicino i genitori

A Roma Charlotte-Charlenne,le filippine(quasi)italiane ritrovate

Roma, 22 nov. (askanews) - Sono atterrate a Fiumicino Charlotte e Charlenne. Si tratta delle due ragazzine filippine nate a Roma, figlie di genitori che lavorano a Roma da vent'anni e in possesso dalla nascita di regolare permesso di soggiorno in Italia ma di nazionalità filippina, colpite e rimaste senza casa, scuola e averi dal super tifone Haiayan che ha devastato nelle Filippine Tacloban e i villaggi della sua provincia dove loro vivevano d'inverno con gli anziani nonni, separate un continente e mezzo dai genitori impiegati a Roma. E il cui nome non poteva figurare negli elenchi degli italiani dispersi in Filippine perchè, pur se nate a Roma, figlie di lavoratori italiani regolari e con regolare permesso di soggiorno, perchè in Italia lo ius soli non c'è. Le due ragazzine "quasi italiane" riabbracciano oggi a Roma i genitori, Emeleita Ragmat e Edwin Cernal, grazie all'impegno e alla determinazione della troupe di Rainews 24 in Filippine, formata dall'inviato Paolo Peggio e dal suo operatore Paolo Mancinelli. E di tutta la redazione della testata del servizio pubblico diretta Monica Maggioni che ha deciso di raccogliere non solo a parole l'appello all'Italia da loro lanciato da Roma tramite l'agenzia di stampa TMNews, per essere aiutati a ritrovare e ricongiungere a loro le due ragazze di cui non erano riusciti ad avere notizie per giorni, senza mai riuscire a contattarle direttamente. I due giornalisti le hanno ritrovate e sono rimasti in Filippine fino a quando, oggi appunto, non sono riusciti, superando le mille difficoltà del caso, a riportarle con loro a Roma. Dove, a Fiumicino, hanno riabbracciato poco fa i loro genitori. A contribuire al ritrovamento e al ricongiungimento a Roma con i genitori di Charlotte e Charlenne anche la presidente della Camera Laura Boldrini che per prima ha fatto proprio l' sos all'Italia, sollecitando le Istituzioni a non restare inerti. L'unità di crisi della Farnesina, per parte sua, ha consentito alla troupe di RaiNews 24 e alle ragazze di lasciare a bordo di un C130 mercoledì sera Tacoblan e raggiungere Cebu, la città più vicina dove il console filippino a Roma aveva provveduto a segnalare la necessità di fornire alla ragazze i documenti necessari per viaggiare. Da Cebu Poggio, Mancinelli, Charlotte e Charlenne hanno quindi raggiunto Manila. Da Manila, stanotte, sono arrivati a Dubai. E quindi, finalmente, a Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4