venerdì 20 gennaio | 19:13
pubblicato il 08/mar/2013 17:09

8 marzo:Napolitano, uguaglianza e rispetto donne misura civilta' nazione

8 marzo:Napolitano, uguaglianza e rispetto donne misura civilta' nazione

+++ ''Vittime violenze parlino e chiedano aiuto per tempo.

Uomini isolino nel disprezzo i violenti'' +++.

.

(ASCA) - Roma, 8 mar - ''Cosi' come il livello di uguaglianza tra i sessi e' un indicatore, un termometro del grado di civilta' di una nazione, allo stesso modo la considerazione e il rispetto che gli individui di sesso maschile hanno nei confronti delle donne indica quanto loro stessi siano civili, persone civili''. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano in occasione delle celebrazioni per la Giornata intgernazionale della donna al Quirinale.

''Per alcuni l'identita' maschile coincide ancora con la capacita' di sottomettere le proprie compagne, magari con l'uso della forza, e perfino punendole con bestiale ferocia - ha osservato il Capo dello Stato - per altri, cosa comunque triviale e deprecabile, con atteggiamenti irriguardosi nei confronti del sesso femminile''. ''In Italia continuiamo a registrare comportamenti scorretti, atti persecutori, sopraffazioni e violenze - ha proseguito Napolitano - abbiamo sentito ancora una terribile cifra per il 2012, contro le donne. Molte aggressioni sfuggono alle statistiche perche' sono in qualche modo tollerate, in quanto avvengono all'interno delle mura domestiche, nell'ambito di rapporti che si pretendono amorosi''.

''Sappiamo quindi quanto sia importante che le vittime parlino e chiedano aiuto per tempo. Sappiamo anche quanto importante sia che ricevano aiuto - ha sollecitato il Presidente della Repubblica -. Percio' in occasione del suo XXV compleanno ho assegnato una targa a Telefono Rosa, che dobbiamo tutti ringraziare per l'importante opera svolta. E con loro dobbiamo ringraziare quanti, uomini e donne, nelle strutture dello Stato, come nel volontariato assistono e proteggono le donne aggredite. In quanto a voi, ragazze, imparate a proteggervi, a bloccare la violenza fin dai primi segni. Dovete vigilare, nelle vostre famiglie e insieme con le vostre amiche e colleghe. E voi, giovani uomini, sappiate circondare di disprezzo e isolare i violenti''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4