sabato 03 dicembre | 10:53
pubblicato il 08/mar/2013 16:13

8 marzo: Zingaretti, vogliamo legge regionale contro violenza di genere

(ASCA) - Roma, 8 mar - ''Oggi e' la 'Giornata Internazionale della Donna', un'occasione per ricordare come conquiste delle donne abbiano cambiato la vita di tutti, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui sono vittime. Non possiamo far finta di niente, le donne oggi hanno meno opportunita' degli uomini''. Cosi' sulla sua pagina Facebook, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, nel ricordare che ''a parita' di formazione guadagnano meno, poche ricoprono ruoli di responsabilita', spesso vengono licenziate dopo il primo figlio. A questo si aggiunge una cultura della sopraffazione, con troppe storie di violenza quotidiana o casi in cui una donna viene uccisa da un uomo.

Combatteremo - conclude - a viso aperto questo fenomeno odioso, vogliamo una legge regionale contro la violenza di genere e faremo anche di piu', metteremo in campo misure concrete e risorse economiche per dare a tutte e a tutti le stesse opportunita' e gli stessi diritti''.

bet/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari