mercoledì 07 dicembre | 17:56
pubblicato il 04/nov/2013 16:22

4 novembre: Scanu (Pd), Parlamento garante riforma strumento militare

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''Siamo completamente d'accordo con il Presidente Giorgio Napolitano che esorta a perseguire la riforma gia' avviata dello strumento militare. Il Capo dello Stato ha sottolineato il ruolo delle Forze Armate nello svolgimento dei compiti internazionali dell'Italia e, al contempo, le difficolta' di far quadrare questi irrinunciabili impegni con il quadro della finanza pubblica.

Proprio l'attuazione della riforma dal punto di vista dei costi e della riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture e delle risorse disponibili puo' consentirci di dare seguito ai progetti di rinnovamento. Da parte nostra vogliamo sottolineare che il Parlamento e' garante di questo percorso che potra' completarsi con l'avvio di un sistema di difesa europea senza il quale ogni singolo paese dell'Unione sara' solo piu' debole e meno efficiente''. Cosi' in una nota Gianpiero Scanu, capogruppo Pd della commissione Difesa della Camera.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni