sabato 10 dicembre | 04:07
pubblicato il 04/nov/2013 08:50

4 novembre: Napolitano, forze armate garanti liberta' e democrazia

4 novembre: Napolitano, forze armate garanti liberta' e democrazia

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''Nella ricorrenza del 4 novembre, celebriamo l'Unita' Nazionale e il 95* anniversario della fine del primo conflitto mondiale, testimoniando la vicinanza del Paese alle Forze Armate, garanti di liberta' e presidio delle istituzioni democratiche''. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato in occasione del Giorno dell'Unita' Nazionale e delle Forze Armate.

''Questa mattina, rendendo omaggio al sacello del Milite Ignoto - prosegue - rivolgero' il mio commosso pensiero ai caduti di tutte le guerre e a coloro che hanno perso la vita, in Patria e all'estero, per la sicurezza del Paese e della comunita' internazionale e per la salvaguardia della pace.

In un mondo sempre piu' complesso e interdipendente, in cui i rischi dell'instabilita' e della disgregazione sociale e le minacce transnazionali del terrorismo e della criminalita' organizzata premono ormai da vicino sull'Italia e sull'Europa, le Forze Armate svolgono un ruolo di crescente importanza per il futuro del paese.

Per rendere le capacita' richieste compatibili con le ridotte risorse finanziarie a disposizione, esse hanno intrapreso un radicale processo di riforma i cui meccanismi attuativi, all'esame del Parlamento, devono essere resi al piu' presto operanti.

Ancor piu' intensamente - aggiunge - e' necessario lavorare per l'integrazione militare europea. Al Consiglio di dicembre l'Italia ha l'opportunita' di promuovere iniziative forti e concrete, in grado di attivare circuiti virtuosi, di razionalizzazione e risparmio di risorse. E' possibile coinvolgere in tempi brevi in questa prospettiva un numero crescente di paesi membri. In questa giornata cosi' significativa, rinnovo il riconoscente apprezzamento di tutti gli italiani e mio personale ai militari impegnati nei diversi teatri di crisi, dall'Afghanistan, al Medio Oriente, ai Balcani, e a quelli che operano sul territorio nazionale e sui nostri mari. Un plauso particolare - sottolinea ilPresidente - meritano gli uomini e le donne che hanno partecipato alle operazioni di soccorso e al pietoso recupero delle salme delle vittime della terribile tragedia di Lampedusa. Viva le Forze Armate, viva la Repubblica, viva l'Italia!''.

red-mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina