sabato 21 gennaio | 01:15
pubblicato il 04/nov/2013 08:50

4 novembre: Napolitano, forze armate garanti liberta' e democrazia

4 novembre: Napolitano, forze armate garanti liberta' e democrazia

(ASCA) - Roma, 4 nov - ''Nella ricorrenza del 4 novembre, celebriamo l'Unita' Nazionale e il 95* anniversario della fine del primo conflitto mondiale, testimoniando la vicinanza del Paese alle Forze Armate, garanti di liberta' e presidio delle istituzioni democratiche''. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato in occasione del Giorno dell'Unita' Nazionale e delle Forze Armate.

''Questa mattina, rendendo omaggio al sacello del Milite Ignoto - prosegue - rivolgero' il mio commosso pensiero ai caduti di tutte le guerre e a coloro che hanno perso la vita, in Patria e all'estero, per la sicurezza del Paese e della comunita' internazionale e per la salvaguardia della pace.

In un mondo sempre piu' complesso e interdipendente, in cui i rischi dell'instabilita' e della disgregazione sociale e le minacce transnazionali del terrorismo e della criminalita' organizzata premono ormai da vicino sull'Italia e sull'Europa, le Forze Armate svolgono un ruolo di crescente importanza per il futuro del paese.

Per rendere le capacita' richieste compatibili con le ridotte risorse finanziarie a disposizione, esse hanno intrapreso un radicale processo di riforma i cui meccanismi attuativi, all'esame del Parlamento, devono essere resi al piu' presto operanti.

Ancor piu' intensamente - aggiunge - e' necessario lavorare per l'integrazione militare europea. Al Consiglio di dicembre l'Italia ha l'opportunita' di promuovere iniziative forti e concrete, in grado di attivare circuiti virtuosi, di razionalizzazione e risparmio di risorse. E' possibile coinvolgere in tempi brevi in questa prospettiva un numero crescente di paesi membri. In questa giornata cosi' significativa, rinnovo il riconoscente apprezzamento di tutti gli italiani e mio personale ai militari impegnati nei diversi teatri di crisi, dall'Afghanistan, al Medio Oriente, ai Balcani, e a quelli che operano sul territorio nazionale e sui nostri mari. Un plauso particolare - sottolinea ilPresidente - meritano gli uomini e le donne che hanno partecipato alle operazioni di soccorso e al pietoso recupero delle salme delle vittime della terribile tragedia di Lampedusa. Viva le Forze Armate, viva la Repubblica, viva l'Italia!''.

red-mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4