domenica 22 gennaio | 17:58
pubblicato il 25/apr/2013 10:22

25 aprile: Di Paola, momento cruciale della storia d'Italia

25 aprile: Di Paola, momento cruciale della storia d'Italia

(ASCA) - Roma, 25 apr - La data del 25 aprile, Festa della Liberazione dal nazifascismo, e' ''un momento cruciale e fondamentale della storia d'Italia''. A ricordarlo e' il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, in occasione dell'anniversario della Liberazione, in un messaggio inviato alle Forze Armate.

Il ministro ha rivolto un ''pensiero riconoscente'' alle ''migliaia gli uomini delle nostre Forze Armate che, pur in assenza di ordini chiari, animati da un fortissimo amor di Patria, mantennero fedelta' al giuramento prestato. Uomini che tracciarono - ha ricordato - spesso al prezzo dell'estremo sacrificio, il cammino della rinascita del nostro Paese. A loro - ha poi aggiunto - si unirono, in un percorso lungo e doloroso, tutti quegli Italiani che decisero di prendere le armi in nome della democrazia e della liberta', contro l'oppressore nazifascista''.

In particolare, Di Paola ha ricordato ''il valore e il sacrificio offerti a Porta San Paolo, a Cefalonia, in Corsica, nei Balcani'' dagli uomini in divisa, ricordando che anche ''oggi le Forze Armate, chiamate a rispondere alle molteplici sfide del terzo millennio, possono tutte attingere allo scrigno inesauribile di esempi e virtu' militari che quegli uomini ci hanno tramandato''. In questo senso ha voluto sottolineare le sfide dell'oggi per le forze armate chiamate ad un profondo rinnovamento ''di fronte al cambiamento che incombe''. ''E' in quest'ottica che la Difesa, in attuazione delle decisioni del Parlamento, sta procedendo - ha detto il monistro Di Paola - ad una revisione sostanziale dello Strumento Militare nazionale, attraverso scelte difficili ma necessarie, per dare all'Italia Forze Armate in grado di garantirne la sicurezza ed il sostegno al ruolo di membro responsabile nell'ambito della Comunita' internazionale, nel rispetto dei principi di democrazia, liberta' e pacifica convivenza fra le Nazioni, sanciti dalla nostra Costituzione che, proprio nel 25 aprile di sessantotto anni fa, ha le sue radici''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4