Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Liguria, da Bettanini (Fi) campagna elettorale con opere d’arte

colonna Sinistra
Mercoledì 16 settembre 2020 - 14:39

Liguria, da Bettanini (Fi) campagna elettorale con opere d’arte

Dieci tavole per illustrare le proposte: "Stop all'isolamento"

Genova, 16 set. (askanews) – Dieci tavole artistiche della giovane disegnatrice genovese Carola Zerbone per illustrare altrettante proposte per la Liguria del futuro. E’ l’inconsueta campagna elettorale promossa da Antonio Bettanini, candidato alle Regionali in Liguria per il collegio di Genova nella lista di Forza Italia.

L’idea che attraversa le tavole ed i sogni di Bettanini è che Genova e la Liguria debbano rompere il proprio isolamento per costruire una nuova prospettiva per le giovani generazioni e per realizzare molto di più di un ritorno alla semplice normalità, andando oltre per costruire una nuova sostenibilità.

La prima tavola riguarda il treno veloce Genova-Milano, progettato già alla fine degli anni 80 ma che potrebbe diventare presto realtà grazie al Terzo Valico ferroviario. “Per molti milanesi – spiega Bettanini – Genova e la Liguria potrebbero diventare una nuova piattaforma di lavoro. Anche perché Genova non solo è naturalmente la porta del nostro Nord padano ma deve ambire a raccogliere il traffico del Centro-Sud dell’Europa”.

Tra le proposte più suggestive di Bettanini, illustrate dalle tavole di Carola Zerbone, una cabinovia per collegare l’aeroporto di Genova al Parco Tecnologico degli Erzelli e la trasformazione della Sopraelevata in una “High Line”, sul modello di quanto realizzato a New York con la ferrovia dismessa della West Side Line, diventata un parco lineare urbano.

“Da troppi anni – sottolinea il candidato di Forza Italia – parliamo del tunnel sottomarino che farebbe di Genova il porto del Sud dell’Europa e restituirebbe alla città una rinnovata qualità della vita. Consentendo la prosecuzione dell’autostrada, il bypass sub-portuale – conclude Bettanini – libererebbe dal traffico la Sopraelevata, che potrebbe così diventare un monumento alla nuova sostenibilità senza per questo sacrificare la mobilità”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su