Header Top
Logo
Lunedì 26 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola, Mattarella: risorse Ue occasione straordinaria

colonna Sinistra
Lunedì 14 settembre 2020 - 18:52

Scuola, Mattarella: risorse Ue occasione straordinaria

"Evidenziate fragilità, ridurre divario digitale"
Scuola, Mattarella: risorse Ue occasione straordinaria

Vo’ (Padova), 14 set. (askanews) – Il piano Next Generation è una “straordinaria opportunità da non perdere” per ammodernare anche la scuola, a partire dalla banda larga che va portata in ogni istituto “e ovunque nel nostro Paese”, e dalle misure necessarie per “evitare che il divario digitale diventi una frattura incolmabile” come il lockdown ha evidenziato. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel suo discorso alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico che quest’anno si svolge nell’Istituto comprensivo Gianni Rodari – Guido Negri di Vo (Padova).

“Alla riapertura guarda in questi giorni tutto il Paese. L’emergenza sanitaria – ha affermato Mattarella – ha posto in evidenza problemi e fragilità per troppo tempo trascurati. Vale per il nostro sistema di istruzione come per tanti altri settori. La ripartenza del Paese ci offre però anche un’occasione per compiere un salto di qualità. Il ritorno a scuola non significa ritorno al passato. La scuola è un formidabile strumento di innovazione. La nostra partecipazione al programma Next Generation della Unione Europea è una straordinaria opportunità che non possiamo perdere. Un’occasione anche per un vero rilancio della scuola italiana. Dobbiamo investire nella scuola, a partire da un’adeguata programmazione del reclutamento del personale, da alcuni anni carente. Dobbiamo fare in modo che i migliori laureati abbiano come obiettivo l’insegnamento. Professione di valore e gratificante, che deve riscuotere il dovuto riconoscimento sociale”, ha sottolineato il Capo dello Stato.

“Il lockdown ci ha mostrato anche che hanno sofferto pesanti esclusioni i ragazzi senza computer a casa, quelli che erano privi di spazi sufficienti, coloro che già vivevano una condizione di marginalità. Dobbiamo evitare che il divario digitale diventi una frattura incolmabile. Per fortuna l’iniziativa di tanti insegnanti, l’impegno dei compagni di classe, l’azione positiva di associazioni di volontariato ha evitato, in molte circostanze, ingiuste emarginazioni, riuscendo a fornire i mezzi necessari alla connessione. E’ questa – ha sottolineato Mattarella – una frontiera nuova della lotta all’abbandono scolastico, e alla marginalità sociale, che resta un obiettivo esigente per la scuola”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su