Header Top
Logo
Mercoledì 16 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Umbria, Bianconi: mi candido a presidenza Regione

colonna Sinistra
Domenica 22 settembre 2019 - 21:13

Umbria, Bianconi: mi candido a presidenza Regione

"Accolgo invito forze civiche, associative e politiche"

Roma, 22 set. (askanews) – “Non mi sono mai tirato indietro dinnanzi alle sfide che la vita mi ha posto. Ed è per questo che ho deciso di accogliere l’invito a candidarmi a presidente della della Regione Umbria, invito che tante forze civiche, associative e politiche mi hanno rivolto”. Lo dichiara in una nota Vincenzo Bianconi, imprenditore di Norcia e già presidente di Federalberghi Umbria.

“Sono Vincenzo Bianconi, imprenditore umbro di Norcia. Come tanti, sono innamorato della mia terra. Ogni giorno con la schiena dritta, con determinazione e passione, cerco di migliorare le cose che mi circondano”: così si presenta Vincenzo Bianconi il candidato di Movimento Cinquestelle e Pd – oltre a realtà civiche – alla presidenza della Regione Umbria. Su Bianconi M5s e Pd hanno trovato la quadra dopo che il passo indietro di Francesca Di Maolo aveva, nelle ultime ore, riaperto i giochi. Prima ancora la rinuncia di Stefania Proietti, sindaco di Assisi e candidata da Luigi Di Maio il giorno che sulla piattaforma Rousseau si votava il “patto civico per l’Umbria”, ovvero l’accordo, anche a livello locale, con il Pd.

Per Bianconi “è ora di ricostruire il futuro dell’Umbria, perchè la nostra è una Regione straordinaria e civile che ha bisogno, però di fortissimi cambiamenti: per l’Ambiente ed il Lavoro, per le Imprese, per il Paesaggio e la Cultura, per l’Università, la Sanità e la Ricerca, per le Infrastrutture ed i Trasporti, per la Sicurezza e la Legalità. Mi sono battuto per queste cose da cittadino e da imprenditore”.

“Ora voglio dare il mio contributo in modo diverso, in una coalizione civica, sociale e politica. Possiamo finalmente reagire con nuove idee e forti investimenti. Come imprenditore ho sempre lavorato per rendere l’Umbria una regione più libera, bella e pulita, una terra migliore per noi e per i nostri figli.Vi chiedo una mano, perchè insieme possiamo farcela”, conclude.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su