Header Top
Logo
Martedì 23 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2019 - 19:50

Di Maio e il “mandato zero”

La riorganizzazione M5s
Di Maio e il “mandato zero”

Roma, 12 lug. (askanews) – “Prevediamo una sorta di segreteria con 18 persone, 12 per aree tematiche e 6 per quelle organizzate. Non saranno dei decisori, li chiameremo facilitatori”. Lo afferma il leader del M5s, Luigi Di Maio che in una intervista al Fatto Quotidiano anticipa i punti salienti della riorganizzazione del Movimento.

Della segreteria potranno far parte anche eletti, ha aggiunto Di Maio “a patto che non facciano parte del governo o non siano presidenti di commissione. E sarà previsto il mandato zero per i consiglieri comunali, ovvero il primo mandato non verrà conteggiato. I ruoli saranno contendibili, ci si potrà candidare presentando dei progetti. Spero che Alessandro possa dare una mano, c’è bisogno di tutti”.

Quanto ai suoi rapporti con il presidente della Camera, Roberto Fico, “vorrei – conclude Di Maio – chiarire: si dice sempre che io voglia metterlo fuori dal Movimento, ma con lui ci vediamo ogni 15 giorni. Quanto ad Alessandro, al di là di qualche malinteso, credo che rimanendo nel M5S possa solo rafforzarlo”.

Lsa/Int2

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su