Header Top
Logo
Mercoledì 22 Gennaio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • “Ho alcune cose importanti da dirvi” (Conte convoca i giornalisti)

colonna Sinistra
Lunedì 3 giugno 2019 - 11:14

“Ho alcune cose importanti da dirvi” (Conte convoca i giornalisti)

Conferenza stampa oggi alle 18.15
“Ho alcune cose importanti da dirvi” (Conte convoca i giornalisti)

Roma, 3 giu. (askanews) – “Oggi alle 18.15 terrò una conferenza stampa a Palazzo Chigi, ho alcune cose importanti da dire a tutti voi. Potrete seguirla in diretta streaming qui sulla mia pagina Facebook”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

In una intervista al Corriere della Sera, il capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle Francesco D’Uva ha detto che “non c’è un motivo valido per interrompere questa esperienza di governo. I rapporti sono buoni, almeno in Parlamento”. Quanto detto da Roberto Fico sul 2 giugno (festa dedicata a rom e migranti) “è stata una opinione personale del presidente della Camera, che va oltre le posizioni politiche del M5S. Il 2 Giugno è la festa di tutti gli italiani”.

Il governo, ha aggiunto D’Uva, “deve andare avanti perché abbiamo tanti punti che ancora non sono stati espletati, cari sia alla Lega, come la flat tax, sia a noi del M5S, come il salario minimo». Riguardo all’autonomia differenziata il deputato ha ricordato che ½è nel contratto di governo.

Il M5S l’ha firmato e si dovrà portare avanti purché non vada a ledere i diritti e l’economia dei residenti delle regioni”.

Il leader del Pd, Nicola Zingaretti, ha invece commentato: dalla conferenza stampa di oggi “mi aspetto che Conte almeno dica la verità perché anche l’ultima settimana è stata caratterizzata da cento opinioni diverse che hanno creato molto fumo, che poi è il motivo principale dello scetticismo nei confronti di questo Governo, cioè che parla molto ma nasconde la tragica verità di un anno di bilancio di Governo”.

Plg

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su