Header Top
Logo
Martedì 15 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Al Quirinale riflettori su Francesca e Virginia, le first lady

colonna Sinistra
Sabato 1 giugno 2019 - 21:51

Al Quirinale riflettori su Francesca e Virginia, le first lady

Alla festa della Repubblica il debutto istituzionale delle fidanzate di Salvini e Di Maio
Al Quirinale riflettori su Francesca e Virginia, le first lady

Roma, 1 giu. (askanews) – Luigi e Virginia sempre mano nella mano. Baci e carezze tra Matteo e Francesca. Perché sarà pure vero che una delle domande principali tra gli invitati al ricevimento per il 2 giugno al Quirinale era ‘il governo durerà?’. Ma a tenere banco tra ospiti e giornalisti sono state soprattutto le due first lady, le fidanzate dei vicepremier Di Maio e Salvini, nel loro battesimo istituzionale.

Abito nero corto e trucco leggero per Francesca Verdini. Tubino in pizzo rosa/nero e decoltè glitter per Virginia.

Salvini e Di Maio si parlano un paio di volte. Quanto basta per evitare che le agenzie raccontino solo del gelo tra i due vicepremier e per scattare una foto dei ‘gemelli diversi’ di questo governo il cui destino è appeso a un filo. Ma gli sguardi complici di un anno fa, il giorno del giuramento, sono lontani.

Da una parte Luigi Di Maio che presenta la fidanzata a tutti, anche a esponenti di spicco del M5s che evidentemente non la conoscevano come la ministra Giulia Grillo. Per entrambi è una processione di saluti e chiacchiere. Salvini e Francesca restano a lungo al tavolo con esponenti della Lega come Barbara Saltamartini, Ostellari, Picchi. Impossibile non notare le effusioni continue tra lui e la giovane fidanzata.

Luigi Di Maio evita di dire qualsiasi cosa che possa essere considerata una notizia, “ci sono i giornalisti”. Parla con l’ad della Rai, Salini, e a chi gli chiede ‘come va?’, risponde: si combatte.

Domani – racconta – sarà a Sassari con Virginia per assistere alla gara tre dei play off di basket della Dinamo. Virginia è una grande tifosa, ha giocato a pallacanestro per anni. C’è tempo anche per un Amarcord tra lei e Geppi Cicciari, entrambe sarde, hanno condiviso un passato da atlete. Il premio romanticismo però lo vince il ministro dell’Interno che prima di lasciare il Quirinale si gode un tramonto romantico con la sua fidanzata

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su