Header Top
Logo
Martedì 16 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Migranti, Viminale: Conte e Moavero condividono Salvini su rimpatri

colonna Sinistra
Sabato 11 maggio 2019 - 17:01

Migranti, Viminale: Conte e Moavero condividono Salvini su rimpatri

M5S attacca dl sicurezza ma per Interni piena sintonia premier
Migranti, Viminale: Conte e Moavero condividono Salvini su rimpatri

Roma, 11 mag. (askanews) – “Piena sintonia e condivisione degli obiettivi”: è il senso, secondo quanto riferiscono fonti del Viminale, delle lettere che il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi hanno indirizzato al ministro dell’Interno Matteo Salvini, rispondendo alla missiva del responsabile del Viminale.

La precisazione dell’entourage del ministro arriva dopo le contrapposizioni di queste ore all’interno del governo tra Lega e M5S, nate dopo l’annuncio del decreto sicurezza bis da parte di Salvini, e dopo la sollecitazione – sempre dal leader del Carroccio, inviata a Conte e al ministro Trenta – a fare di più per i rimpatri. Questa mattina Di Maio poi aveva attaccato il nuovo decreto, sostenendo che non venisse assolutamente sciolto il nodo dei rimpatri dei migranti che arrivano nel nostro Paese.

Salvini, spiegano le fonti del Viminale, aveva chiesto un’azione comune di tutto il governo per stringere nuovi accordi bilaterali finalizzati anche al rimpatrio dei clandestini. Conte, a conferma della fondatezza degli argomenti del Viminale – come viene riferito – ha proposto di coinvolgere anche Difesa, Sviluppo Economico e Affari esteri. Le lettere del premier e di Moavero Milanesi sono, sempre per le fonti del Viminale, una “risposta positiva e molto apprezzata a poche ore dal Decreto sicurezza bis che interviene con decisione contro i trafficanti di uomini e gli aggressori delle Forze di Polizia”. Obiettivi e proposte, viene sottolineato con forza, che “saranno certamente condivisi da tutto il governo”.

Il Viminale spiega ancora che “le risposte di Conte e Moavero dimostrano che, al di là della propaganda, chi conosce la materia sa che per incrementare ancora di più i rimpatri è necessaria un’azione collegiale per la stipula di nuovi accordi bilaterali. Si parla di un obiettivo – si sottolinea – su cui il ministro Salvini sta lavorando dal primo giorno. Ci sono premesse concrete: la cooperazione con alcuni paesi africani è stata tra gli argomenti della recente telefonata tra Salvini e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. A testimonianza della serietà delle intenzioni, settimana prossima è già convocato il tavolo Esteri-Interno, storica sede di confronto tra esperti dei dicasteri per affrontare temi di comune interesse come i rimpatri”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su