Header Top
Logo
Lunedì 6 Luglio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lombardia, M5s: bilancio regionale, sì alle infrastrutture

colonna Sinistra
Venerdì 14 dicembre 2018 - 15:21

Lombardia, M5s: bilancio regionale, sì alle infrastrutture

De Rosa: mai state un tabù, ma solo se servono davvero

Milano, 14 dic. (askanews) – “Sì alle infrastrutture, facciamo tutte le opere che servono davvero ai cittadini e al territorio”. Lo ha affermato Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia, sugli emendamenti e sugli ordini del giorno al Bilancio regionale depositati dal Movimento in previsione della discussione in Consiglio regionale della settimana prossima.

“Sono decine gli emendamenti depositati dal gruppo consiliare che chiedono investimenti per opere strategiche per i cittadini lombardi – si legge in una nota – Tra questi la richiesta del prolungamento delle linee metropolitane, la riqualificazione di strade e ponti, l’estensione della rete ferroviaria, l’eliminazione delle barriere architettoniche e importanti investimenti in mobilità sostenibile”.

Tra le sollecitazioni, nello specifico, il prolungamento della linea M2 in direzione sud da Assago a Rozzano-Binasco e il prolungamento della M3 da Milano a Cormano-Paderno Dugnano. Il M5S chiede investimenti anche per la messa in sicurezza delle strade locali, di ponti e viadotti e la manutenzione straordinaria della rete stradale regionale. Le richieste riguardano anche di garantire gli stanziamenti per la riqualificazione della Milano-Meda oltre a 1 milione e 200 mila euro per i Piani di eliminazioni delle barriere architettoniche.

De Rosa ha aggiunto che “per il Movimento 5 Stelle le infrastrutture non sono mai state un tabù e in Lombardia sono centinaia le opere che necessitano finanziamenti immediati. Le risorse però devono essere spese solo se garantiscono benefici reali al territorio, non per riempire le tasche di questo o quell’imprenditore”. Priorità devono essere “riqualificazione e manutenzione delle infrastrutture esistenti. Un esempio su tutti: la chiusura dei ponti sul Po ha impatti devastanti per cittadini e aziende. Il risultato della votazione sugli emendamenti dirà chi sono quelli del sì o quelli del no”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su