Header Top
Logo
Domenica 23 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • M5S: barca tragedia migranti non venga a Milano, resti ad Augusta

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 17:58

M5S: barca tragedia migranti non venga a Milano, resti ad Augusta

Mozione per chiedere che Consiglio comunale Milano dica di no
M5S: barca tragedia migranti non venga a Milano, resti ad Augusta

Milano, 16 apr. (askanews) – “Se eravamo già contrari al propagandistico trasferimento a Milano (scelta obiettivamente insensata) oggi pare doveroso tornare sul tema per appoggiare la legittima richiesta del ‘Comitato 18 aprile’, che chiede a gran voce che l’ormai famoso barcone della tragedia rimanga nella loro città per essere collocato nel Giardino della memoria che sarà realizzato e dedicato a tutte le persone che hanno perso la vita in mare”. E’ quanto ha dichiarato la consigliera comunale del M5S di Milano, Patrizia Bedori, annunciando che “abbiamo pertanto depositato una mozione per chiedere che il Consiglio comunale di Milano manifesti piena solidarietà verso i cittadini di Augusta, esprimendo la propria contrarietà rispetto al trasferimento del barcone nel capoluogo lombardo”.

“Tutte le forza politiche di opposizione hanno sottoscritto la mostra mozione, mentre la maggioranza a guida Pd non ha ritenuto di condividere questa battaglia” ha proseguito Bedori, aggiungendo che “la cosa non ci stupisce, atteso che era stata proprio una parlamentare del Pd a proporre l’emendamento poi accolto con il quale sono stati stanziati ben 600mila euro per il trasferimento del barcone”.

“Ci auguriamo – ha concluso Bedori – però che anche la maggioranza, in sede di discussione, comprenda la necessità di abbandonare una scelta di mera propaganda, dimostrando la dovuta solidarietà agli abitanti di Augusta e a tutte quelle persone che insieme a loro si trovano in prima linea nel soccorso e nell’accoglienza di migliaia di migranti”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su