Header Top
Logo
Mercoledì 19 Settembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Gentiloni tra gli stand del Vinitaly, incontra Zaia e Vespa

colonna Sinistra
Lunedì 16 aprile 2018 - 15:34

Gentiloni tra gli stand del Vinitaly, incontra Zaia e Vespa

Zaia: io premier? Figuratevi. Vespa: virtù premier suo aplomb

Milano, 16 apr. (askanews) – Con una lunga stretta di mano, qualche battuta e l’invito finale a visitare il padiglione Veneto si è consumato il breve incontro, lungo uno dei vialoni fra le strutture del Vinitaly, tra il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. “Mi ha incrociato, mi ha salutato, mi ha detto che stava andando, giustamente, nei padiglioni delle regioni terremotate e mi ha detto che ha assaggiato il Traminer”. A chi gli ha chiesto se mandassero proprio lui a Palazzo Chigi, il presidente veneto ha replicato: “Ma figuratevi, io ho l’autonomia da fare, non fatemi perder tempo. Noi abbiamo un candidato che è Matteo Salvini. Ci crediamo fino in fondo e Matteo vuole andare lì per governare 5 anni e non per far finta di governare”.

Lungo il suo giro per gli stand, Gentiloni ha incontrato numerosi produttori delle regioni delle zone colpite dal terremoto: la provincia di Rieti, nel Lazio, e poi i padiglioni in cui sono ospitate le aziende vitivinicole delle Marche, dell’Umbria e dell’Abruzzo.

Il premier si è fermato per un brindisi anche nello stand dell’azienda vinicola di Bruno Vespa: “Abbiamo parlato solo di vini”, ha detto il conduttore di Porta a Porta, sollecitato dai giornalisti. E a chi gli ha chiesto se gli è parso preoccupato o sereno, ha replicato: “La virtù di Paolo Gentiloni è di mantenere un grande serenità, aplomb personale e istituzionale. E questa è una grande virtù. Perché la gente ha bisogno di vedere persone sicure di sé, low profile e operative”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su