Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Di Maio: in Usa interesse per M5S,ho detto che non siamo filorussi

colonna Sinistra
Mercoledì 15 novembre 2017 - 10:55

Di Maio: in Usa interesse per M5S,ho detto che non siamo filorussi

Il candidato premier scrive del suo viaggio sul blog di Grillo
20171115_105548_2D10B37D

Roma, 15 nov. (askanews) – Negli Stati Uniti c’è “tanta voglia di conoscerci da vicino ed io sono stato ben contento, e anche orgoglioso, di presentare loro un’immagine davvero autentica del MoVimento”. Lo ha scritto sul blog di Grillo Luigi Di Maio, raccontando del suo viaggio negli Stati Uniti.

“Ho raccontato cosa siamo, cosa abbiamo fatto in Parlamento e sui territori in questi anni – detto il candidato premier di M5S – e soprattutto come vogliamo governare l’Italia, quali sono le nostre proposte e ho detto loro che questo nostro programma vogliamo attuarlo con una squadra di uomini e donne di eccellenza. È stato facile, parlando – ha aggiunto – smentire le etichette che ci sono state appiccicate addosso da chi in Italia ha fatto tanta, troppa disinformazione su di noi e ha alimentato all’interno della comunità internazionale pregiudizi nei nostri confronti”. Come prima cosa, ha scritto Di Maio, “ho chiarito che il MoVimento 5 Stelle non è isolazionista né filorusso, come una parte della stampa italiana in questi anni ha voluto dipingerci: al contrario ci interessa avere più relazioni internazionali e interlocutori possibili, come è sempre stato per il nostro Paese, in un’ottica in cui gli Usa sono e resteranno uno dei nostri principali alleati e la Russia un nostro interlocutore storico”.

Poi, ha continuato, “ho spiegato che non mettiamo in discussione la nostra permanenza nella Nato, ma vogliamo che la nostra voce venga ascoltata perché le cose che non ci vanno bene sono molte e si possono cambiare. Non ci interessa nemmeno uscire dall’Europa, ma riteniamo sacrosanto mettere in discussione i trattati economici che fino ad oggi ci hanno impedito di fare investimenti a deficit, perché questa è l’unica strada per sviluppare il nostro progetto di innovazione tecnologica e tornare a crescere”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su